Gli scienziati lo confermano: guardare il mare produce cambiamenti nel cervello che ci rendono più felici (1 di 3)

Gli scienziati lo confermano: guardare il mare produce cambiamenti nel cervello che ci rendono più felici

Tutti i benefici del mare.

Quanto spesso ci sentiamo stanchi ed abbiamo bisogno di staccare la spina per un po’? Molti di noi vorrebbero andare al mare e rilassarsi, in effetti il mare produce dei cambiamenti nel cervello che ci rendono più felici. No, non lo diciamo noi. Gli esperti confermano questa teoria. Vediamo insieme cosa hanno scoperto.

Molti studi condotti da esperti, hanno scoperto che stare vicino al mare non solo ci fa sentire più rilassati ma cambia anche la chimica del nostro corpo. Ci sono tanti vantaggi in questo, trascorrere una giornata in spiaggia offre dei benefici al corpo:

Gli scienziati lo confermano: guardare il mare produce cambiamenti nel cervello che ci rendono più felici

Il mare è stato un rimedio per decine di generazioni.

Gli esseri umani sono stati in grado di comprendere gli effetti salutari del mare per decenni. Nel XVIII secolo, alcuni medici come William Buchan incoraggiarono il bagno in mare poiché si pensava che avesse benefici medicinali. Degli speciali ospedali marini sono stati completamente allestiti per l’esecuzione di queste pratiche. E oggi possiamo dire che erano sulla strada giusta, poiché è stato scoperto che l’effetto che il mare ha sugli esseri umani è enorme.

Gli scienziati lo confermano: guardare il mare produce cambiamenti nel cervello che ci rendono più felici

Ci aiuta a ossigenare il corpo e a rilassare la mente.

Uno degli effetti benefici del mare è stato scoperto da un team di scienziati che si è proposto di studiare la connessione tra la vicinanza costiera e la salute, in un progetto chiamato BlueHealth . Gli scienziati hanno scoperto che i suoni del mare stimolano un’area del cervello chiamata corteccia prefrontale, che è l’area responsabile per le nostre emozioni, e si sono resi conto che i suoni del mare espandono e migliorano l’autoconsapevolezza e il benessere emotivo.