Genitori gay adottano un bambino: “Lui è la nostra ragione di vita” (2 di 2)

Genitori gay adottano un bambino: “Lui è la nostra ragione di vita”

Tutti gli uomini possono diventare genitori e concepire un figlio ma per essere veri padri ci vuole molto altro. E’ questo il pensiero di Kevin che fa di tutto ogni giorno per rendere suo figlio felice.

La coppia sta lottando per vincere quel limite sociale che non riesce ad accettare un bambino fra due uomini o due donne. E mostrano con orgoglio il piccolo Nasim chiedendo a tutti se quello non è un bambino felice!

Genitori gay adottano un bambino: “Lui è la nostra ragione di vita”

“Amiamo Dio e Dio ama noi. Non abbiamo deciso di raccontare la nostra storia sui social è solo capitato, e ci siamo resi conto che stavamo donando speranza e che le persone ci prendevano come punto di riferimento”. 

Queste le parole di Kevin e Ivo che non sono soltanto fieri della loro famiglia ma ritengono che il loro amore sia un dono di Dio per lanciare un messaggio importante a quanti invece ogni giorno soffrono chiusi nelle proprie case per paura di essere umiliati.

Genitori gay adottano un bambino: “Lui è la nostra ragione di vita”

“Siamo persone normali, che vivono la loro vita, un po’ fissate con i social, ma prima di questo due persone che vanno a lavoro, fanno biscotti il sabato. Siamo tutti umani e tutti abbiamo bisogno di amare qualcuno.”

Poi hanno aggiunto: “L’amore è amore è una cosa buona; il nostro amore e la nostra relazione ha salvato un bambino. Se possiamo portare un po’ di gioia, speranza, ispirazione agli altri solo vivendo la nostra vita e dicendo la verità, perché no?”.

Scopri altre storie curiose