Ecco perché l’obesità può essere contagiosa (1 di 2)

Ecco perché l’obesità può essere contagiosa

L’interazione costante con le persone che presentano un eccesso di peso corporeo può portare ad un aumento del proprio peso corporeo. Gli scienziati della University of Southern California sostengono che l’obesità può essere contagiosa. E non sono gli unici a perorare questa tesi particolarmente allarmante e sorprendente.

In questo articolo vi riporteremo diversi studi che hanno reso veritieri alcuni vecchi proverbi e modi di dire popolari. Continua a leggere e ricorda che la bellezza è definita da uno stato della mente e dell’anima, non dal peso del tuo corpo. Questo aspetto deve essere valorizzato solo in associazione ad uno stato di salute corretto e ottimale.

Ecco perché l’obesità può essere contagiosa

I ricercatori della University of Southern California hanno analizzato i dati del progetto “M-TEENS” con la partecipazione di 1111 bambini e delle loro famiglie. In generale, il 25% degli adolescenti e il 75% degli adulti sono stati diagnosticati con obesità, ma i risultati variano da uno stato all’altro. Ad esempio, in Colorado, solo il 21% degli adolescenti è stato diagnosticato con obesità, ma in Louisiana, questo risultato è due volte più alto. Questi dati sono stati poi valutati in maniera critica dal team di ricerca dell’ Università californiana.

Ecco perché l’obesità può essere contagiosa

Quando i ricercatori hanno analizzato l’ambiente sociale, le abitudini e altri fattori collegati, hanno scoperto che i bambini i cui genitori lavoravano al fianco di persone obese avevano maggiori possibilità di aumentare il proprio peso molto più rapidamente. Lo studio sostiene che il fattore principale che causa l’aumento di peso tra i membri di un gruppo sociale è la relazione tra questi membri e la loro influenza reciproca sulle abitudini alimentari. In altri termini, interagendo costantemente con persone in sovrappeso si è più propensi ad adottare le loro abitudini alimentari.