Come sopravvivere al caldo: ecco la ricetta dei ghiaccioli al gin tonic (2 di 2)

Come sopravvivere al caldo: ecco la ricetta dei ghiaccioli al gin tonic

I bicchierini di carta faranno le “veci” dei classici stampi per ghiaccioli. Poi chiaramente, per mantenere il gelato tra le dita, serviranno dei mini stecchi di legno. Come prima cosa bisogna mischiare il latte condensato, l’acqua tonica, il gin e il succo di lime in una ciotola. Alla fine aggiungere la scorza di lime grattugiata e amalgamare il tutto.

Come sopravvivere al caldo: ecco la ricetta dei ghiaccioli al gin tonic

Dopo bisogna dividere il gin tonic “cremoso” nei bicchierini. Successivamente tagliare a fette molto sottili il lime, per ottenere 10 dischetti dal diamtetro equivalten a quello dei bicchierini di carta e infilare al centro di ogni lime uno stecco di legno. Ora non resta altro che metterli in freezer per una notte. O, se si va di fretta e si ha il tempo di prepararli di mattina, almeno 5 ore.

Come sopravvivere al caldo: ecco la ricetta dei ghiaccioli al gin tonic

Una volta che sono diventati effettivamente “ghiaccioli” non resta che toglierli dal congelatore, afferrare lo stecco e iniziare a leccare. Responsabilmente, sia chiaro. Si tratta di un ottimo modo per combattere il caldo. Essendoci il latte condensato si tratta di un gin tonic decisamente calorico. Lo diciamo per “correttezza”. Ma senza questo ingrediente, il risultato sarebbe poco soddisfacente.

Scopri altre storie curiose