Com’è cambiato il concetto di bellezza femminile negli ultimi 100 anni (1 di 2)

Com’è cambiato il concetto di bellezza femminile negli ultimi 100 anni

Nel corso del tempo non cambiano soltanto le mode ma anche il nostro modo di giudicare ed apprezzare tutto quello che ci sta intorno. Si tratta di valutazioni che devono essere contestualizzate al periodo al quale si riferiscono per essere comprese e solo così si può capire il motivo per il quale in una certa epoca l’obesità era ritenuta una forma di bellezza mentre oggi la riteniamo una vera e propria malattia. I canoni di quella che noi riteniamo essere il concetto di bellezza vengono infatti costantemente influenzati dai modelli e dai concetti che propongono le più importanti agenzie di moda e del mondo dello spettacolo.

Quella raffigurata nell’immagine è Camille Clifford che incarna alla perfezione il canone di bellezza degli inizi del 900. Vediamo dunque come si è evoluto il concetto di bellezza negli anni.

Com’è cambiato il concetto di bellezza femminile negli ultimi 100 anni

La donna riportata in quest’altra immagine è invece Jean Harlow e rispecchia in modo eccellente il gusto diffuso riguardante la bellezza femminile degli anni 30. Un fascino da vera e propria sirena a cui nessun uomo poteva resistere.

Già allora erano gli accessori che facevano la differenza come le scarpe con il tacco, il bracciale alla caviglia ed una canottiera che lasciava immaginare ben più di quello che all’epoca era concesso.

Com’è cambiato il concetto di bellezza femminile negli ultimi 100 anni