Bisogna imparare a stare bene da soli prima di stare con gli altri (2 di 2)

Bisogna imparare a stare bene da soli prima di stare con gli altri

quando non sei in compagnia, la folla di gente ti innervosisce e vorresti avere a che fare solo con le persone a cui vuoi bene. A fine giornata, che tu sia un introverso o un estroverso, tutti gli umani provano sentimenti di solitudine. E molti lo fanno durante i periodi in cui sono fisicamente soli. Ma non deve essere così. Impara ad apprezzare il tempo che trascorri da solo, potesti scoprire cose che ancora non conosci di te.

Considera le cause della tua solitudine.

Prenditi il ​​tempo per chiederti da dove proviene il disagio della solitudine.

Bisogna imparare a stare bene da soli prima di stare con gli altri

Sono i veri sentimenti di solitudine o qualcos’altro? Se è il primo, esplora ciò che questo significa per te e arriva alla consapevolezza che la solitudine di solito può essere ricondotta a un’esperienza spiacevole o ai ricordi passati. Per capire il motivo per il quale ti senti solo, devi riconoscere che proviene da una situazione più profonda.

In qualsiasi situazione spiacevole, a volte devi superare i pensieri negativi e fare il grande passo. Lo stesso vale per il sentirsi soli. Se ci provi, il risultato di solito è più positivo di quanto avresti previsto.

Bisogna imparare a stare bene da soli prima di stare con gli altri

È come saltare in piscina quando sai che l’acqua è fredda, una volta entrati il freddo lo si prova sempre meno. Si tratta di affrontare quelle che vengono chiamate distorsioni cognitive

Quando ti senti solo, puoi provare ad utilizzare la tua creatività facendo qualcosa di interessante come praticare un hobby o disegnare.

Approfondisci le tue relazioni.

Impara a relazionarti con le persone creando forti connessioni emotive che ti permetteranno di sentirti meno solo, ascoltato, capito, apprezzato e sicuro che hai qualcuno da chiamare nel caso ne avessi bisogno.

Scopri altre storie curiose