Bambine scambiano un commesso per il semidio Maui di Oceania: la sua reazione è fantastica (2 di 2)

Bambine scambiano un commesso per il semidio Maui di Oceania: la sua reazione è fantastica

Il film d’animazione è stato un successo straordinario che ha sin da subito ricevuto grandi critiche positive, sia da parte degli spettatori sia per quel che concerne il parere dei professionisti del settore. Moana (o Oceania, se preferite) è stato dunque l’ennesimo centro della Disney, e moltissimi bambini e ragazzi (ma anche adulti) si sono immediatamente appassionati a questa avventura in salsa polinesiana. Tra di loro ci sono anche due bambine hawaiane che si sono talmente appassionate alle avventure di Moana e Maui, da avere rivisto quest’ultimo in un impiegato del Costco locale.

Bambine scambiano un commesso per il semidio Maui di Oceania: la sua reazione è fantastica

Costco è una catena di ipermercati statunitensi che ha sede in varie parti del mondo tra le quali Kapolei (Hawaii) dove lavora Will. Will è un cassiere che, a ben vedere, sembra davvero Maui in tutto e per tutto sotto mentite spoglie: basta dargli un’occhiata per identificare subito un grandissimo numero di analogie con il personaggio in questione! Tant’è che lui stesso ha deciso di prestarsi al gioco, così ogni volta che la madre porta le piccole a fare la spesa, loro non vedono l’ora di poter finalmente arrivare alla cassa per parlare con “Maui”.

Bambine scambiano un commesso per il semidio Maui di Oceania: la sua reazione è fantastica

Lui d’altro canto non si tira mai indietro tant’è che Rella Rivera, la madre delle bambine, ha infine deciso di filmare i tre mentre si esibivano insieme nel caratteristico urlo “Chee-hooo” (tipico proprio di Maui) tra i sorrisi divertiti dei presenti. La donna ha caricato il video sui social network per ringraziare Will per la sua disponibilità e per la sua capacità di far divertire le sue bambine ogni volta che vanno a fare la spesa. Ma per lui, che impersona Maui anche alle feste per bambini, è un vero piacere prestarsi a questo gioco! In fondo, e questo lo si capisce con l’età, non serve avere superpoteri per essere degli eroi.

Scopri altre storie curiose