Ami bere il caffé ogni mattina a stomaco vuoto? Ecco perché non dovresti più farlo (2 di 2)

Ami bere il caffé ogni mattina a stomaco vuoto? Ecco perché non dovresti più farlo

Non è dunque necessario rinunciare al caffè al mattino ma solo se a stomaco vuoto. Inoltre bisogna dire stop anche al tè a digiuno. Nemmeno il caffé decaffeinato può essere ritenuto una valida alternativa da poter bere a digiuno,  perché anche tutte le altre sostanze aromatiche nel caffè lo provocano ugualmente.

Ovviamente, anche gli alcolici e le bibite gassate hanno lo stesso effetto sul nostro organismo che deve dunque fare i conti con un’acidità dei succhi gastrici fuori dal normale.

Ami bere il caffé ogni mattina a stomaco vuoto? Ecco perché non dovresti più farlo

La soluzione è dunque quella di bere il caffè, o altre sostanze simili, solo dopo aver mangiato qualcosa di solido, un biscotto o un pezzetto di brioche. L’ideale è, ad esempio, quello di abbinare il caffè al latte, due alimenti che si inibiscono a vicenda.

In ogni caso la regola principale è sempre la stessa: non bisogna mai esagerare. Un caffé ogni tanto, anche se a digiuno, non fa niente a nessuno. L’abitudine potrebbe invece danneggiarvi seriamente lo stomaco.

Ami bere il caffé ogni mattina a stomaco vuoto? Ecco perché non dovresti più farlo
Scopri altre storie curiose