9 falsi miti che non ci permettono di capire che cos’è la schizofrenia (2 di 2)

9 falsi miti che non ci permettono di capire che cos’è la schizofrenia

Ci sono una miriade di farmaci, chiamati antipsicotici, disponibili per aiutare a trattare questi sintomi. La cosa peggiore per le persone che soffrono di schizofrenia sono gli effetti collaterali negativi dei loro farmaci. Possono causare sonnolenza, riluttanza a comunicare, assenza di emozioni e sintomi vegetativi. Possono anche rendere molto difficile per qualcuno raggiungere le persone, fare amicizie e persino lavorare.

Solo gli schizofrenici ascoltano le voci

Se senti voci nella tua testa di tanto in tanto, è considerato normale. Si stima che tra il 5 e il 15% delle persone adulte sperimenterà allucinazioni uditive nel corso della loro vita.

9 falsi miti che non ci permettono di capire che cos’è la schizofrenia

In effetti, ci potrebbero essere più persone che li hanno, ma non lo ammetteranno perché hanno paura che gli altri pensino che siano pazzi. Ascoltare le voci tende ad accadere più spesso quando una persona è stressata, esausta o va alla deriva.

La schizofrenia è per sempre

In realtà è imprevedibile. Ci sono persone le cui vite cambiano drammaticamente con questa malattia, nonostante il trattamento, ma questa è la minoranza. Secondo le statistiche, il 25% (un’enorme quantità) di persone affette ha solo un episodio di psicosi e quindi continua a condurre una vita normale senza alcun farmaco.

9 falsi miti che non ci permettono di capire che cos’è la schizofrenia

Altri pazienti devono assumere farmaci, ma andare in remissione per decenni e condurre una vita normale con lavoro e famiglie.

Altri pazienti hanno episodi minori di volta in volta, ma questo non influisce in modo significativo sulla loro vita.

Gli schizofrenici sono dei geni. Non sono malati, sono diversi

La schizofrenia aiuta nell’arte? Sì e no. Da un lato la schizofrenia, proprio come qualsiasi malattia, può peggiorare la qualità della vita (ma non sempre, come abbiamo scoperto dal mito precedente).

D’altra parte, c’è davvero una somiglianza tra il modo in cui pensano gli schizofrenici e le persone creative.

Scopri altre storie curiose