7 rimedi casalinghi per i funghi della pelle. Funzionano davvero! (1 di 3)

7 rimedi casalinghi per i funghi della pelle. Funzionano davvero!

Secondo alcune statistiche, più di 700.000 persone visitano il medico ogni anno a causa di questa infezione. Migliaia di persone non cercano cure e rimedi, continua a leggere se sei tra questi in modo da sapere cosa fare nel caso dovessi contrarre questa infezione in futuro.

In questo articolo, abbiamo raccolto un elenco di alcuni rimedi che puoi usare a casa. È importante tenere presente che, nonostante il fatto che ciascuno di questi rimedi sia ben studiato, è necessario consultare un medico prima di iniziare a curare la dermatofitosi a casa. Se hai una storia di infezioni cutanee o fungine, fissa

7 rimedi casalinghi per i funghi della pelle. Funzionano davvero!

un appuntamento con un dermatologo.

Curcuma

La curcuma è nota per le sue proprietà antinfiammatorie. Si ritiene che un componente presente nella curcuma chiamato curcumina abbia proprietà antimicrobiche.

Come utilizzarla:

Usa la curcuma nel tè o usala nella preparazione dei tuoi pasti.
L’uso diretto della curcuma sarà più efficace sulle infezioni fungine.
Mescola con acqua o olio di cocco e applica la miscela ottenuta sulla zona infetta.
Lascia il più a lungo possibile prima di risciacquare.

L’applicazione della curcuma può far apparire la pelle gialla, ma non preoccuparti, poiché svanisce in pochi giorni.

7 rimedi casalinghi per i funghi della pelle. Funzionano davvero!

Aceto di mele

Le proprietà anti-fungine dell’aceto di mele possono aiutarti a curare il prurito e l’infezione. Il contenuto nell’aceto di mele non filtrato regola la crescita del lievito neutralizzando il pH.

Come utilizzarlo:

Applica l’aceto di mele sulla zona infetta usando un batuffolo di cotone inzuppato in esso.
Ripeti il ​​processo fino a 3 volte al giorno.
Risciacqua dopo 15 minuti se stai uscendo o se l’infezione è in un’area che tende a sudare.

Estratti di foglie di Neem

L’Indica Azadirachta, conosciuta anche come “Neem” dagli indiani nativi, è stata considerata la pianta antiossidante e