Vende la culla del figlioletto volato in cielo: una settimana dopo l’acquirente torna e… (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono storie molto forti, toccanti, che colpiscono dritto ai nostri cuori. Sono tanti, purtroppo, i genitori rimasti orfani dei loro bambini. Un dolore immane, che nessuna parola riuscirebbe a descrivere.

La perdita di un figlio è contro natura e una madre ed un padre che, di colpo, si vedono strappare dalla dimensione terrena il loro sogno materializzatosi, quello di avere un bebè, frutto del loro amore, da stringere e cullare, sopravvivono.

Vivono sulla terra uno stillicidio, in attesa di ricongiungersi al loro adorato angelo. Da quando una donna scopre di essere incinta, la gioia è incontenibile, in quanto nel suo grembo accoglie una nuova creatura che, per tutto il periodo della gestazione, dipenderà da lei.

Un’attesa ammortizzata in ogni modo, con l’acquisto delle prime tutine, dei primi giocattolini, con la stanza dipinta di colori tenui. Tutto viene curato nei minimi particolari.

E quando quell’attesa diventa realtà, si impazzisce letteralmente per quello scricciolino messo al mondo, osservandolo di continuo tra mille paure che possa accadergli qualcosa. La storia che sto per raccontarvi ha per protagonista una giovane mamma orfana.