Tira un calcio alla pancia della compagna incinta: muore il bimbo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Storie agghiaccianti, storie dell’orrore, in cui giustizia non è stata fatta. C’è un bimbo morto, a causa dei maltrattamenti subiti da parte del fidanzato della donna che gli ha dato la vita, e un assassino che vive beatamente.

C’è un neonato, riposto in una bara bianca da diversi anni, una giovane donna che lo ha portato in grembo, che lo ha sentito scalciare, che ha desiderato ardentemente metterlo al mondo, ma che non ha più lacrime per piangere.

Un sogno, quello della maternità, infranto per sempre, per mano di un orco che aveva le sembianze del suo fidanzato. La storia che sto per raccontarvi, credetemi, ha innescato fortissime polemiche sul web.

Tutti hanno chiesto pene esemplari ma, a quanto pare, la giustizia non ha stabilito affatto questo. Così c’è una madre orfana del suo bimbo, dopo averlo messo al mondo, dopo aver sentito il suo primo vagito, il suo primo inno alla vita.

E’ una donna che continua a non darsi pace, a chiedersi come sia stata possibile una decisione giudiziaria del genere. Premetto che i fatti risalgono al 2019 ma, ad oggi, la storia è rimasta impressa nel cuore di tante donne che sono immedesimate in questa povera ragazza. Vediamo, in dettaglio, cosa è accaduto.