“Si è addormentato e non si è più svegliato”. Muore a soli due anni (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono genitori assassini e genitori premurosi, per i quali la nascita di un figlio è il coronamento di un sogno. Un figlio desiderato più di ogni cosa al mondo. Purtroppo basta davvero poco per tramutare la gioia della nascita nel peggiore degli incubi.

Pensiamo a una coppia che non vede l’ora di vedere materializzarsi il sogno di stringere tra le braccia il piccolo tenuto in grembo. Mesi di attesa, ammortizzata con i classici “assomiglierà più a me o a te?“, oppure “avrà i tuoi stessi occhi o i miei?”.

Quante domande ci siamo fatti nel corso di una gravidanza? Quante paure abbiamo avuto che non potesse andare tutto come previsto? Poi, con la nascita, con il primo inno alla vita, miracolosamente ogni timore viene via.

Si è presi dalla voglia di stringere tra le proprie braccia quel piccolo scricciolo che ha dimorato nel ventre materno per così tanti giorni, che è stato alimentato da noi, e protetto.

Quello che doveva essere l’inizio di una lunga vita assieme al loro bambino, si è trasformato, per due genitori statunitensi, in tragedia. Vediamo cosa è accaduto, dato che la loro storia è davvero forte.