Piera Maggio: “È nata! Le abbiamo messo nome D…” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono passati tantissimi anni da quando, della piccola Denis Pipitone, si sono perse le tracce. Era il 1 settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, quando, mentre la bimba giocava assieme al cuginetto, vicino casa della nonna materna, di lei non si vide più neanche l’ombra.

Cosa è accaduto alla piccola Denise non lo sappiamo ancora, in quanto, ad oggi, non c’è alcun colpevole. Solo tante segnalazioni, diverse piste seguite e, forse, non del tutto approfondite, ad iniziare da Danas, la bimba immortalata dalla guardia giurata Felice Grieco all’epoca.

Intanto c’è una madre, Piera Maggio, che non ha mai smesso di chiedersi cosa sia accaduto alla sua bambina dallo sguardo furbetto che è entrata nel cuore di tutti noi. Piera, la scorsa settimana, è stata ospite del salotto di Verissimo, condotto da Silvia Toffannin, per presentare il suo libro che è in edicola dall’11ottobre.

Il libro, intitolato “Denise Per te, con tutte le mie forze”, è l’ennesimo grido di disperazione di una madre che non si da pace per la scomparsa della figlia, ma che ha deciso di raccontare la sua verità, quella che finora è sempre stata riempita di tante menzogne e in cui, lei e suo marito, sono stati fortemente criticati.

Piera, da madre combattiva, guerriera, tenace, che abbiamo visto in primo piano in numerose trasmissioni televisive, ad iniziare da Chi l’ha visto?, rivolgere accorati appelli finalizzati alla ricerca di Denise, ha dichiarato alla Toffannin: “Ho una forte speranza che Denise sia viva. Ci credo tantissimo”.