Papà abusa della figlioletta, mamma lo scopre dalle telecamere e lo… (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Gli abusi su minori sono un una delle piaghe più dolenti della nostra società; una di quelle piaghe difficili da estirpare e dolorose. Purtroppo, e questo è un dato di fatto, gli abusi vengono commessi, molte volte, proprio tra le mura domestiche.

I carnefici, gli aguzzini, hanno i volti di genitori, nonni, parenti stretti… di persone che, al di sopra di tutto, avrebbero dovuto proteggere incondizionatamente queste piccole creature che sono finite nella loro rete.

Una vera e propria mattanza, sul fronte nazionale ed estero, che ci lascia basiti, increduli, dinnanzi ad una spietata e infondata crudeltà che si riversa sopra minori che avrebbero tutto il diritto di vivere serenamente.

Bambini la cui infanzia è stata distrutta per sempre, con danni psicologici irreversibili, con il ricordo, impresso nella mente, dell’orrore di cui sono stati protagonisti.

La storia che sto per raccontarvi arriva dalla Sicilia, esattamente da Palermo e ha fatto, in men che non si dica, il giro del web, lasciando, in tutti gli utenti, un forte senso di disprezzo, disgusto, rabbia.