Orrore in Italia, le telecamere hanno ripreso tutto: la maestra con il bimbo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Immersi nella frenesia della quotidianità, i genitori riescono a trovare un pochino di sollievo portando i propri piccoli all’asilo. Non potrebbero lavorare, altrimenti.

Quando decidiamo di affidare i nostri figli piccolissimi nella mani delle maestre, lo facciamo credendo che con loro possano stare al sicuro, divertendosi, socializzando, imparando.

Questo avviene nella maggior parte dei casi. Le maestre inondano d’affetto i piccoli, li riempiono d’attenzioni, li trattano come figli. E la gioia di frequentare l’asilo si legge negli occhietti dei bimbi al termine della giornata scolastica.

Purtroppo (e questa è una nota dolente) ci sono casi completamente differenti, in cui, per colpa di educatrici sbagliate, le mura di un asilo si trasformano nelle mura dell’orrore.

La storia che sto per raccontarvi ne è un esempio, sempre dopo aver opportunamente ribadito che si tratta di un’eccezione, di un qualcosa che normalmente (per fortuna) si verifica raramente, con la speranza che simili episodi con accadano ma più.