Nuora umilia la suocera, non la vuole in sala parto: la sua reazione (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Si dice che il parto sia l’ appuntamento al buio con l’amore della propria vita. Un momento indubbiamente magico, di coronamento di un sogno, ma non certo una passeggiata.

Ogni donna è libera di scegliere se voler star da sola in sala parto, se voler condividere quegli istanti con il proprio partner, con la madre, con la migliore amica, con una zia.

E se, invece, la suocera imponesse la sua presenza al parto, dicendo “Sono anche io nonna del bambino, voglio assistere”, come vi comportereste? Si tratta di un argomento complesso e controverso: quello del rapporto suocera- nuora.

Un rapporto talmente intricato, a volte, da essere oggetto di divertenti sketch televisivi, barzellette, reel, Tik Tok etc.. Senza fare di tutta l’erba un fascio, c’è chi ha la fortuna di trovare una suocera complice, e chi sa solo stare dalla parte del figlio, difendendolo a spada tratta, pur sapendo che sbaglia.

Ci sono suocere ingerenti, che si insinuano nel rapporto moglie- marito, accedendo fuochi,  e suocere “alla mano” , che viene facile adorare per la loro discrezione. La storia che sto per raccontarvi riguarda una suocera che si è offesa con la nuora in quanto quest’ultima non la vuole in sala parto.