Nasce senza occhi, sua mamma si rifiuta di tenerlo. Il motivo è da brividi (1 di 2)

Ascolta questo articolo

E’ davvero ingiusto il destino. C’è chi un figlio lo desidera da tanto tempo e si dispera, non riuscendo a rimanere incinta, e chi ne disfa, come se fosse un rifiuto.

In quante hanno desiderato che il ciclo mestruale non arrivasse per poter provare l’indescrivibile gioia di essere madri? In quante hanno atteso con ansia le famose due lineette che segnano lo stato “pregnant”?

Si, ci sono le adozioni, esiste l’inseminazione artificiale, ma molte donne avrebbero voluto provare la sensazione di avere un piccoletto che scalcia della loro pancia.

Vedere crescere una creaturina che decide di pernottare per 9 mesi nel grembo materno, è un’esperienza, a mio avviso, unica, al punto che descriverla sarebbe impossibile.

Non esiste poeta, pittore, artista che possa racchiudere, in una sola opera, il mix di emozioni, a volte discordanti, che si provano sin dalla scoperta di essere in dolce attesa.