Mamma porta al parco la figlia di 5 anni e la uccide tagliandole la gola (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Storie dell’orrore, storie di figlicidi, di madri assassine. Prosegue la mattanza, prosegue la scia di sangue che colpisce piccole anime innocenti, colpevoli solo di non essere state amate.

“Amore”. Una parole troppo difficile da manifestare per una mamma nei confronti di un figlio? Cosa sta accadendo? A cosa è dovuta quest’ondata di omicidi efferati commessi da chi ha messo al mondo un figlio per poi ucciderlo?

Ce lo chiediamo ogni giorno, dai casi “italiani” di Elena Del Pozzo e della piccola Diana Pifferi, sino a quelli di cronaca estera. Perché il mondo è pervaso da tutto questo orrore?

Come fa una donna che ha tenuto una creatura nel suo grembo e che l’ha generata, compiendo il miracolo della vita, a decidere di porre fine alla sua esistenza?

Poco fa, l’ennesima agghiacciante storia; una di quelle che farebbero rabbrividire chiunque. Un’altra piccolina uccisa da colei che l’ha messa al mondo in un modo atroce.