La ritenzione idrica in gravidanza, come si presenta e come combatterla

La ritenzione di liquidi nel corso della gravidanza è un problema molto comune e tende a intensificarsi durante i nove mesi della gestazione, analizzeremo cosa si può fare qualcosa per combattere la ritenzione idrica in gravidanza.

La ritenzione idrica in gravidanza, come si presenta e come combatterla

In medicina con il termine ritenzione idrica si indica la capacità di trattenere liquidi in eccesso nell’organismo. Il ristagno di questi fluidi è generalmente superiore nelle zone predisposte all’accumulo di grasso (addome, cosce e glutei)

Le cause principali che generano questo fenomeno in gravidanza sono soprattutto ai cambiamenti ormonali durante la gestazione, in associazione alla variazione della composizione plasmatica e all’aumento di peso. In particolar modo, l’aumentata secrezione di progesterone nel circolo ematico causa vasodilatazione, che come conseguenza determina la stasi venosa e ristagno di liquidi.

I principali sintomi e manifestazioni sono:

  • Gonfiore alle gambe 
  • Pelle lucida
  • Segno di edema alla pressione della pelle
  • Gonfiore generale
  • Senso di pesantezza

La ritenzione idrica in gravidanza si manifesta con uno dei segni tipici di questo problema ovvero il gonfiore agli arti inferiori, alle mani e al viso. Il rigonfiamento dei tessuti molli è associato alla traslucenza della pelle. Se si applica una leggera digitopressione nella zona interessata dal gonfiore, si formerà una piccola concavità che persisterà per alcuni secondi, questo è l’edema. Il gonfiore tende a peggiorare quando si trascorre molto tempo in piedi e durante i mesi estivi, questo succede perchè le alte temperature favoriscono ulteriormente la vasodilatazione.

Quando si soffre di ritenzione idrica, le strategie da mettere in atto per migliorare la situazione sono svariate. Prima di tutto è utile una costante mobilizzazione, come leggere camminate, senza sforzarsi oppure nei momenti di riposo tenere le gambe sollevate (per farlo basta posizionare un cuscino sotto di esse) è meglio evitare di stare troppo in piedi o troppo sedute. E’ importante monitorare il proprio peso annotandolo in un diario.

Uno degli aspetti da presidiare in gravidanza è l’alimentazione che andrebbe curata nei minimi dettagli, evitando prodotti confezionati e ricchi di sale e prediligendo il consumo di frutta e verdura e tisane drenanti. Ulteriormente farsi dei massaggi linfodrenanti alle gambe agevola sicuramente il riassorbimento dei liquidi in eccesso.

I nostri video tutorial
Lucs Goders

Cosa ne pensa l'autore

Lucs Goders - La gravidanza è uno dei momenti più spettacolari nella vita di una donna, esso può però essere assoggettato da problemi come la ritenzione idrica. Il mio consiglio è quello di consultare per ogni evenienza l'ostetrica che vi segue e il vostro medico di base, non assumete farmaci, integratori o altro senza la supervisione del team sanitario.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!