Incidenti domestici in età pediatrica: ecco come prevenirli

Gli incidenti domestici sono, ad oggi, tra le cause più frequenti di morte in età pediatrica, per cui occorre prevenirli osservando alcuni semplici consigli forniti dai pediatri.

Incidenti domestici in età pediatrica: ecco come prevenirli

Gli incidenti domestici sono, ad oggi, tra le cause più frequenti di morte in età pediatrica. Nel nostro Paese ogni anno si registrano oltre 600 mila accessi al pronto soccorso pediatrico, conseguenti a infortuni in casa. Gli incidenti sono più frequenti, secondo le statistiche, tra i maschietti, per via della loro maggiore predisposizione ad attività ludiche pericolose. 

Purtroppo, secondo i dati più recenti, sono 8 mila gli incidenti domestici con esito fatale in Italia per i nostri piccoli, tanto che i pediatri offrono consigli per prevenirli…consigli semplicissimi da osservare che possono scongiurare il peggio. I bambini possono provocarsi traumi osteo-articolari, traumi cranici, fratture clavicolari, dislocazione del gomito, contusioni, traumi lacerativi (es. da ferite da taglio), ustioni, fino al soffocamento per ingestione di corpi estranei e sostanze nocive.

Come prevenire gli incidenti domestici dalla nascita ai 6 mesi

I rischi principali, in questo arco temporale, sono quelli di caduta,asfissia, annegamento, ustione per cui: fate dormire i vostri piccoli a pancia in su, mai a pancia in sotto e preferibilmente nel lettino, con sponde alte almeno 75 cm, munite di fermo di sicurezza,con sbarre distanziate meno di 8 cm. Solo nei primi mesi, prima del lettino, optate per la culla, che deve essere sufficientemente ampia, con sponde alte e ben imbottite, assicurandovi che il materasso sia fortemente incastrato sul fondo.

Sul fasciatoio, tenete sempre tutto a portata di mano prima di effettuare, ad esempio, il cambio pannolino, senza mai lasciare solo il piccolo, nemmeno per un attimo. Fino a impresa ultimata, non rispondete al citofono, non rispondete ai cellulare, non lasciate solo il bebè neppure per salutare il papà che esce o per cambiare il canale alla tv.

Se proprio volete allontanarvi, prendete sempre in braccio il piccolo e portatelo con voi. Poggiate la sdraietta a terra per evitare cadute, tenete i prodotti per l’igiene lontani dalla portata di vostro figlio (es. borotalco o altre polveri pericolose se inalate). Attenzione alle ustioni: utilizzate per il bagnetto un termometro da bagno, assicurandovi che segni i 37 gradi;così come prestate attenzione al biberon, il cui latte deve avere una temperatura tra i 30 e i 40 gradi. Se lo scaldate nel microonde, pertanto, controllate prima la temperatura, non lasciando mai solo il piccolo in presenza di animali domestici.

Come prevenire gli incidenti domestici dai 6 ai 12 mesi

Dato che, in questo caso, il piccolo comincia a comunicare, a muoversi autonomamente in casa ed è capace di mettere tutto quel che trova in bocca, attenzione alle cadute dal fasciatoio, dalla bilancia o dal lettino. Bloccate il bimbo nel seggiolone con gli appositi sistemi di sicurezza, assicurandovi, al momento dell’acquisto, che il dispositivo sia a norma e che siano appposti su di esso tutti i timbri regolamentati.

I giocattoli non devono essere appuntiti, di piccole dimensioni, scomponibili o con superfici smaltate, attenzione a spille, biglie, bottoni, monete che possono essere inalati, provocando il soffocamento; così come dovete prestare la massima attenzione a forbici, coltelli, lamette,vetri, pile al litio che possono essere facilmente ingerite dai bambini. 

Soprattutto quando i bimbi dormono, togliete loro braccialetti e ciondoli, non acquistate palloncini gonfiabili al lattice che possono scoppiare e frantumarsi in mille pezzettini; tenete fuori dalla loro portata arachidi, caramelle gommose, acini d’uva, semini etc. Assicuratevi che l’impianto elettrico sia dotato di dispositivi di sicurezza, che ci siano copripresa, che le lampade a stelo o da tavolo siano situate in posti non accessibili alla curiosità del piccolo. 

In cucina, mettete sempre i manici delle pentole verso il dentro, utilizzando i fuochi posteriori, attenzione a non lasciare mai alla loro portata ferro da stiro, tostapane, bevande bollenti, detersivi e altri prodotti per l’igiene della casa. Attenzione a farmaci, mozziconi di sigaretta, lucidi per le scarpe e polveri anti-tarme. Assicuratevi che ci siano i cancelletti alle scale e proteggete i vetri e gli specchi ad altezza del bambino con pellicole protettive.

Come prevenire gli incidenti domestici da 1 a 3 anni

Dato che in questo arco temporale i bimbi diventano più vivaci e curiosi, assicuratevi che non ci siano punti d’appoggio ai balconi da cui possano facilmente sporgersi, assicuratevi che le ringhiere siano sufficientemente alte, non tenete mai sacchetti di plastica a portata di mano per non incorrere nel rischio di soffocamento. 

Anche in questo caso, occhio ad arachidi, chicchi d’uva,caramelle dure e gommose, carote crude, wurstel e prosciutto crudo, ad esempio, che sono tra i cibi più a rischio in questa età. Utilizzate i paraspigoli e le reti in gomma sotto i tappeti. Ricordate sempre di avere a portata di mano il numero del vostro pediatra e del Centro Antiveleni di riferimento della vostra città.

I nostri video tutorial
Caterina Lenti

Cosa ne pensa l'autore

Caterina Lenti - Purtroppo gli incidenti domestici dei piccoli sono all'ordine del giorno ed è sempre bello avere dei consigli per evitare le corse in pronto soccorso o conseguenze ben peggiori. Mi auguro che questi consigli dei pediatri vi possano essere d'aiuto nella gestione della quotidianità domestica alla prese con bimbi da 0 a 3 anni.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!