Durante l’ecografica il medico le dice di avere un problema con i gemelli.. (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sin da quando il test di gravidanza segna le due famose lineette rosse è un tripudio di emozioni indescrivibili per molte donne che hanno desiderato, anche a lungo, di aspettare un figlio.

La gioia è inconcepibile. Io che sono mamma ricordo ancora quei momenti in cui ho letto “incinta+3 settimane”. Ero caduta improvvisamente in un turbinio di emozioni contrastanti, passando dal pianto alla gioia, dalla commozione all’incredulità.

L’idea che dentro di te sta prendendo, pian piano, forma, un piccolo esserino che simpaticamente chiamiamo “fagiolino” è davvero il massimo della felicità per una donna che ha covato, a lungo, il desiderio di diventare madre.

Anche se ci sono madri che tali non dovrebbero essere definite, se non col il termine che meritano, ossia assassine, ci sono madri che continuano a uccidere barbaramente coloro che hanno messo al mondo, non possiamo non ignorare chi ama incondizionatamente il proprio figlio che cresce nel suo grembo.

Sono emozioni che crescono di giorno in giorno e, man mano che si avvicina la grande data, tanti sono gli interrogativi, del tipo : assomiglierà più a me o a mio marito? avrà il mio stesso colore di occhi, le mie labbra etc.