C’è posta per te, Pasquale vuole riabbracciare le figlie ma accade l’impensabile (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Se C’è posta per te, il sabato sera, continua a tenere incollati allo schermo, milioni di telespettatori è perché, in molti, si rivedono nelle storie raccontate, da cui traspare tanta sofferenza, frutto di dissapori, incomprensioni, dolorose separazioni, matrimoni finiti con dei figli che si sentono, molto spesso, costretti a fare scelte dolorose.

Sono in tante le coppie separate e divorziate in Italia e nel mondo. Se il rapporto non va, inutile trascinarlo perché non porterebbe a nulla, se non ad una “sopravvivenza”, priva di veri sentimenti (questo è un mio modestissimo parere).

Ma oltre a una coppia che si lascia, non si può non considerare quello che è stato il frutto del loro amore e che sempre rimarrà: un figlio. Un figlio che non ha potuto assaporare la gioia di una vita spensierata, cresciuto troppo in fretta rispetto ai suoi coetanei, col peso non indifferente di due genitori divisi.

Alcuni figli perdonano, altri no, non si sentono pronti, nutrono ancora troppo dolore. Ognuno reagisce a suo modo, come giusto che sia. E ieri sera si è parlato proprio di questo.

Una storia che ha commosso i telespettatori, quella di un papà di nome Pasquale che ha tentato di ricucire il rapporto con le sue due figlie, dopo il suo matrimonio interrotto. Vediamo cosa è accaduto.