Angela Celentano, è appena arrivato l’esito del DNA (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Era il 10 agosto 1996 quando della piccola Angela Celentano si persero le tracce sul Monte Faito, presso Vico Equense, in provincia di Napoli, in cui la sua famiglia si era recata in gita, assieme al gruppo di preghiera di cui faceva parte.

Quella che doveva essere una tranquilla giornata d’estate, da vivere all’insegna della spensieratezza, tutto ad un tratto si trasformò in un incubo perché la bimba sembro essere inghiottita nel nulla.

E’ nel limbo dei dispersi che si trova Angela da troppi, troppi anni, nonostante i suoi genitori, Catello e Maria, e le sue due sorelle, non hanno mai perso la speranza di poterla riabbracciare.

Vivono ancora a Vico Equense e, attraverso disperati appelli, fanno di tutto affinché sul caso della loro adorata bambina non si spengano mai i riflettori, nonostante le tante delusioni collezionate negli anni.

Nel corso della loro agonia, quella che accomuna tutti coloro che hanno un caro disperso, hanno ricevuto tante segnalazioni, che si sono rivelate, purtroppo, sempre infondate. E’ per questo che hanno sempre avuto i piedi per terra. Finalmente il tanto atteso esito del Dna è arrivato. Vediamo cosa è emerso.