Malena, la confessione sui film a luci rosse: ecco cosa succede

La nota diva dei film a luci rosse, svela un retroscena inedito sul suo lavoro. I fan dell'attrice pugliese sono rimasti sconvolti: ecco di cosa si tratta.

Malena, la confessione sui film a luci rosse: ecco cosa succede

Ascolta questo articolo

La nota diva dei film a luci rosse, nota come Malena la pugliese, ha deciso di confessare dettagli inediti del set dei suoi film per adulti. La donna, sin dalle prime apparizioni, si è rivelata un vero e proprio talento del genere. Scovata infatti dal celeberrimo Rocco Siffredi, quest’ultimo ha speso sempre parole di ammirazione per la bellissima Filomena Mastromarino.

Ora, l’attrice pugliese, si racconta in un’intervista davvero piccante. Oltre ai dettagli del suo lavoro, ha parlato anche della sua vita privata, purtroppo non tutta e rose fiori. Ci sarebbe ancora troppo scetticismo intorno alla sua professione, che si manifesta poi nell’odio che le viene sistematicamente riservato sui social. Ecco le rivelazioni scottanti della diva.

Cosa ha confessato

 In un’intervista rilasciata al corrieresalentino.it, la bella Malena ha rivelato molti dettagli della sua vita privata e, soprattutto, di quello che considera un lavoro come tanti: “Lavoro che finisce nel momento in cui si spengono i riflettori.Per il resto, la pornografia esiste dai tempi dell’antica Grecia. Il moralismo è più recente e sta interessando soprattutto i social, che ormai censurano tutto. Siamo giudicati da algoritmi ed è difficile persino postare una statua nuda”. Insomma, una volta spenti i riflettori del Set, Malena torna ad essere Filomena, una ragazza come tante.

Purtroppo, a causa di un certo bigottismo ancora dilagante, la bella attrice sarebbe costantemente bersaglio dell’odio sui social che, segnala, proviene soprattutto da donne. Per Malena, questo rappresenta davvero un rammarico, ed evidenza l’arretratezza della nostra nazione rispetto a certi temi, oramai accettati all’estero: “Le pornostar sono donne normalissime. All’estero questo lavoro lo fanno tante mamme: girano le scene e poi vanno ad allattare i propri figli. Io ho avuto un percorso diverso perché mi sono affacciata a questo lavoro a 33 anni. Ero già una donna”.

Addentrandosi nei particolari della sua professione, Malena svela dei dettagli molto piccanti: “Può capitare qualche volta di trovare il giusto feeling con un attore. Se si trova il feeling, la durata della scena è molto lineare e non si viene interrotti. Normalmente, solo per realizzare la parte dell’hard di 40 minuti, giriamo scene per cinque ore e veniamo interrotti in continuazione per rifarle”. A chi pensa che il suo lavoro sia solo una ‘passeggiata’ di piacere, l’attrice puntualizza: “Non è come nei film amatoriali ,è un duro lavoro. Ci vuole molta pazienza”. Insomma, come si suol dire in questi casi, si tratta di un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Una intervista che lascia davvero tutti i suoi fan a bocca aperta. Ha rivelato delle cose davvero inedite, probabilmente note unicamente a chi svolge in prima persona quel tipo di mestiere. Personalmente ritengo che non sia più il caso di scandalizzarsi, si tratta di un mestiere antichissimo che al giorno d'oggi non deve fare più scalpore.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!