La Vip della Tv italiana non si nasconde più ma il famoso papà la rifiuta (2 di 2)

Ascolta questo articolo

Forse l’avrete riconosciuta. Lei è Veronica Satti, figlia di Roberto Satti che tutti conoscono con il nome d’arte, Bobby Solo. La ragazza, nata a Segrate nel 1990, non è stata riconosciuta subita dal cantante, ma solamente nel 1991. Veronica è la figlia di Bobby e di Mimma Foti, la donna con cui il cantante ha avuto una storia d’amore, quando il suo matrimonio con la ballerina Sophie Teckel era finito da qualche tempo.

Mentre Bobby è diventato padre la quinta volta nel 2013 di Ryan, nato dalle nozze con l’hostess Tracy Quade, Veronica si è lasciata andare a delle dichiarazioni che non sono molto piaciute al padre: “Non voglio rivelare la sua identità, perché voglio proteggerla, ma da qualche tempo sto con una ragazza e vorrei presentarla a mio padre Bobby Solo”Si è confessata a cuore aperto, proprio nel salotto domenicale pomeridiano di Barbara D’Urso, dichiarando: “Era già successo con la mia ex: io avevo conosciuto i suoi genitori, lei, invece non ha mai potuto incontrare mio padre perché mi ha abbandonata quando avevo tredici anni”.

Veronica è ufficialmente single e, in lacrime, profondamente commossa e addolorata, ora che è ancora più consapevole dei suoi limiti, spera di poter lasciar perdere gli avvocati, ritrovando quello in cui ha sempre sperato: l’amore del padre Bobby, per tutti ” l’Elvis italiano” per rivelargli la sua omosessualità e per dirgli: “Papà, nonostante tutto io ti perdono!”. Se ha deciso di raccontare apertamente sia la vicenda controversa relativa al rapporto con il celebre padre, che la sua vita privata, è per una giusta causa. Veronica combatte contro l’omofobia e contro la crudeltà insita in molte persone nel mondo.

Il suo è un messaggio sociale al mondo intero affinché queste piaghe possano stopparsi. Come da lei stessa raccontato, dopo la sua partecipazione a Domenica Live, è stata inondata di messaggi. In tanti l’hanno ringraziata sia per il modo in cui ha affrontato un tema, quello dell’omosessualità, molto complesso, sia per aver dato voce a tutti quei giovani che non hanno il coraggio di dichiararsi alla loro famiglia. Veronica ha scoperto intorno ai 16 anni di essere attratta dalle ragazze, innamorandosi della sua compagna di banco.

Fanno riflettere le sue parole, in quanto profonde, molto più mature di tante altra gente più in avanti con gli anni: “L’omosessualità non deve essere un trend, così come non devono esserlo l’amore e il rispetto. Per questo, vorrei che non venisse strumentalizzata. Io non ho dubbi e insicurezze sulla mia sessualità ma, allo stesso tempo, non voglio che mi si applichi l’etichetta di lesbica. Io sono Veronica, una donna che ama le donne”. 

Scopri altre storie curiose