“Addio per sempre”. Claudio Amendola, il triste annuncio è arrivato poco fa (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Conduttore televisivo, regista e sceneggiatore italiano, romano, nato il 16 febbraio 1963, Claudio Amendola è uno degli artisti più amati e poliedrici del mondo cinematografico italiano.

Considerato il gladiatore del nostro cinema, secondo alcuni l’erede naturale di Renato Salvatori, Claudio, sin dai suoi esordi sul set, quando aveva solo 19 anni, ha sempre conquistato il cuore di grandi e piccoli.

In particolare, ha fatto breccia, col suo fascino massiccio, nel cuore del gentil sesso che non si è mai perso un suo film. Macho dal volto da duro, dal sorriso beffardo, è stato, senza ombra di dubbio, un sex symbol.

Figlio d’arte di due grandi attori e doppiatori, Ferruccio Amendola e Rita Savagnone, non hai mai nascosto la sua gioventù vissuta per strada e non ha mai avuto problemi a parlare delle sue marachelle.

Fumava spinelli, ascoltava i Sex Pistols e i Pink Floyd, di cui era follemente innamorato, faceva sempre risse e i poliziotti, con lui, se ne sono viste delle belle. Poi si sa, il tempo cambia le cose … così come l’amore.