Il limone, rimedio eccezionale contro le zanzare

Le zanzare d'estate sono un tormento, anche dopo la puntura il prurito può essere insopportabile, e più cediamo all'impulso di grattarci più peggiora, rovinando anche la pelle. Esiste un semplice sistema per evitare il prurito.

Pubblicato il 7 luglio 2022, alle ore 20:49

Il limone, rimedio eccezionale contro le zanzare

Ascolta questo articolo

D’estate le zanzare sono quasi delle compagne. Di sera escono per mangiare e noi siamo i loro bersagli preferiti, soprattutto quando magari per il caldo abbiamo la pelle sudata

Dopo la puntura il tormento non finisce, la pelle si gonfia e il prurito aumenta, costringendoci a grattarci. Proprio questo nostro cedere fa si che la pelle si rovini sempre più, lasciando spesso chiazze che rovinano la nostra abbronzatura.

I famosi rimedi della nonna anche in questa occasione sono un vero toccasana. Tutto il necessario lo avrete molto probabilmente in cucina, in ogni caso è facilmente reperibile e soprattutto poco costoso. 

Il limone come rimedio alle zanzare

Il limone inteso proprio come l’agrume che abbiamo in frigorifero è un potente alleato per evitare che le punture delle zanzare ci infastidiscano. Al naturale bastano poche gocce sopra la puntura per evitare del tutto i fastidi collegati. 

Per funzionare però dovrete poterlo fare immediatamente. Questa soluzione va benissimo se siete a casa, ma quando volete godervi una serata fuori casa potrebbe non essere semplice.

La soluzione c’è ed è fatta in casa, non sto parlando di portarsi dietro del succo di limone, anche perché non funzionerebbe, ma di una particolare composizione da tenere sempre in borsetta.

La ricetta

Gli ingredienti sono pochi e tutti facilmente reperibili in cucina. 

  • 2 bicchieri d’acqua
  • un po’ di sale
  • 3 limoni
  • 2-3 foglie di salvia

Tagliate i limoni e metà, mettete in un pentolino abbastanza grande i due bicchieri d’acqua, il sale e spremete al suo interno i limoni. Non buttate il resto dell’agrumo ma aggiungetelo all’acqua, anche le foglie di salvia andranno aggiunte. 

Fate bollire il tutto per 10 minuti, assicuratevi che il bollore non sia troppo forte. Ora filtrate il tutto e lasciate che si raffreddi.

Finitura e imbottigliamento 

Una volta che il liquido sarà freddo versatelo in una bottiglietta di vetro trasparente. Ora per completare la vostra acqua dovrete lasciarla alla luce per due giorni e due notti, a questo punto sarà pronta per essere messa nella vostra borsetta a portata sempre con voi. 

Se la vostra tentazione è quella di non lasciarla riposare per due giorni, reprimetela. Sarà proprio questa operazione che consentirà di far decantare eventuali residui, inoltre questo è il tempo che occorre agli oli essenziali contenuti nella salvia e nel limone di mescolarsi perfettamente.

Come conservarla

Dopo averla preparata la potrete conservare tranquillamente in borsetta, oppure su un mobile in casa. Può essere conservata per un massimo di 3 mesi dalla sua preparazione. 

I nostri video tutorial
Sabrina Lubiato

Cosa ne pensa l'autore

Sabrina Lubiato - I rimedi della nonna sono sempre efficaci, troppo spesso oggi li abbiamo dimenticati e non diamo loro la giusta importanza. Sono spesso molto efficaci parimenti o addirittura più dei prodotti chimici rinomati e molto costosi. Questo inarticolate è un piccolo sistema per godersi liberamente le serata d'estate senza dover necessariamente riempire la pelle di prodotti chimici.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!