Come organizzare un armadio in modo perfetto

Ecco alcuni consigli che possono essere utili a tutti coloro che vogliono organizzare l'armadio in modo perfetto e mantenerlo in questo modo per molto tempo

Come organizzare un armadio in modo perfetto

A chi non è mai venuto in mente di voler avere un armadio perfetto, diviso per stagione, organizzato per tipi di vestiti, colori, fantasie, e per tipi di materiali? E quanti sono riusciti a trovare una sistemazione soddisfacente che durasse nel tempo?
Tutti, nel bene o nel male, distruggono l’ordine creato una prima volta, quando si decide di eliminare la roba superflua o che non sta più bene; e puntualmente, si accumula di nuovo, si stropicciano camicie e pantaloni!

Ecco alcuni consigli che possono essere utili a tutti coloro che vogliono organizzare l’armadio in modo perfetto e duraturo. Per prima cosa, bisogna iniziare svuotando completamente le varie ante degli armadi.

Successivamente, bisogna passare in rassegna la quantità abnorme di vestiti che popola la nostra stanza e domandarci cosa serve e cosa ormai è diventato inutile; forse è la questione più importante e pesante al tempo stesso. Si scelga con metodo e con consapevolezza: si provino i vari vestiti di dubbia utilità o gusto, si scartino a priori quelli di vecchia data, perchè troppo demodé. 

Una volta passati al setaccio, si mettano da parte i vestiti che non servono più e si passi al lavoro più consistente: la classificazione. Si dividano per importanza, stagione, colore e tipologia di indumento. E’ preferibile dividere le ante dell’armadio per stagione, di modo che non si farà fatica e confusione una volta che si riempirà! Se qualcuno è veramente ossessionato dal concetto di “armadio perfetto”, tanto auspicato, può creare degli outfit e scattarsi delle foto, così che si crei un lookbook, il quale agevola il lavoro nelle volte successive.

Non è neanche sbagliato ordinare l’armadio per colore, partendo dalla tonalità pià scura fino ad arrivare a quella più chiara; se si vuole mantenere un ordine preciso, lontano da caos e roba ammassata, si scelgano delle scatole di varie dimensioni, utili per contenere accessori, capi meno usati oppure quelli dal tessuto più pregiato.

Infine, il fattore che deve essere da stimolo per i più pigri è che il disordine esteriore è sinonimo di disordine interiore: è dunque preferibile trovare delle soluzioni alla confusione, in modo da provare meraviglia e serenità aprendo le ante del proprio armadio! 

I nostri video tutorial
Marta Vitulano

Cosa ne pensa l'autore

Marta Vitulano - Sono consigli utili per chi come me vuole sempre mantenere un ordine preciso nel proprio armadio e soprattutto, cercare di farlo durare nel corso del tempo. Così la fatica si fa una sola volta! Certo, molte volte è veramente difficile trovare delle soluzioni soddisfacenti e applicabili per lungo tempo, ma almeno si provi!

Commenti
Rita Serretiello
Rita Serretiello

02 maggio 2017 - 14:58:23

Per mancanza di spazio sono obbligata a fare il "cambio di stagione" da degli scatoloni sull'armadio all'armadio stesso e poi metto in ordine per colore le magliette per uscire, poi la pila delle cose per stare in casa e pigiami, la pila dei jeans e così via. Poi riesco a mantene questo ordine.

0
Rispondi
Rita Serretiello
Marta Vitulano

02 maggio 2017 - 15:34:01

È un ordine molto logico e ideale da replicare per tutti!

0
Marilita Donolato
Marilita Donolato

17 aprile 2017 - 22:43:11

Non sono per niente d'accordo che il disordine esteriore sia sinonimo di disordine interiore, te lo posso assicurare per esperienza diretta. Non siamo tutti uguali, certo se tutto fosse sempre in ordine sarebbe più facile trovare le cose ma la cosa difficile è proprio mettere tutto in ordine.

0
Rispondi