Smalto semipermanente fai da te: quali errori non commettere

Quando si è alle prime armi spesso si commettono errori banali nella stesura dello smalto semipermanente che ne compromette la durata, ma facendo attenzione si può ottenere un buon risultato

Smalto semipermanente fai da te: quali errori non commettere

Applicare lo smalto semipermanente da sole a casa è molto semplice, basta munirsi di tanta pazienza, eseguire tutti i passaggi con molta calma ed attenzione, senza commettere errori, che all’apparenza possono sembrare banali, ma che in realtà possono compromettere la durata dello smalto. Infatti, un semipermanente steso nella maniera può durare fino a 3 settimane, mentre se si commette anche solo uno degli errori che verranno di seguito elencati la durata può essere nettamente inferiore.

Il primo passaggio a cui bisogna fare attenzione prima di stendere lo smalto semipermanente è aver svolto una corretta manicure, ovvero è molto importante rimuovere bene tutte le cuticole, limare bene l’unghia e opacizzarla. Ogni singolo passaggio è molto importante, infatti, ad esempio una volta applicato il semipermanente non è più possibile limare le unghie, perchè lo smalto potrebbe sbeccarsi in punta.

Quando si è alle prime armi, prima di acquistare uno smalto, bisogna tener bene in considerazione che tipo di lampada si possiede. Ci sono, infatti, lampade Uv, quelle a Led e quelle Uv/Led. Solo nel caso si possegga la terza tipologia di lampade si può acquistare tranquillamente qualsiasi tipologia di smalto semipermanente, mentre se si possiede una solo Uv o solo Led, prima di acquistare lo smalto bisogna leggere sul flacone la tipologia di smalto.

Altro errore che si commette quando si è alle prime armi è pensare che tutti gli smalti, della medesima tipologia, abbiano lo stesso tempo di asciugatura. Mentre, invece, prima di applicarlo bisogna leggere bene sul flacone i tempi di asciugatura, ogni tipologia di smalto ha un tempo di asciugatura diverso.

Inoltre, quando si stende lo smalto bisogna fare molta attenzione a non uscire dal letto ungueale, se dovesse accadere prima di passare all’asciugatura dell’unghia bisogna rimuovere l’eccesso con un bastoncino. Se ciò non venisse fatto è facile che il semipermanente si sollevi in pochi giorni.

Infine, quando si applica il semipermanente è consigliabile fare degli strati molto sottili, anche se lo smalto non è di un colore molto coprente, in quanto degli strati più spessi potrebbero prolungare i tempi di asciugatura ed anche far ottenere un risultato finale non gradevole alla vista. Nel caso si utilizzi uno smalto di un colore non molto coprente si può procedere con più strati.

I nostri video tutorial
Elisabetta Monda

Cosa ne pensa l'autore

Elisabetta Monda - Applico lo smalto semipermanente da sola a casa, ed ammetto che inizialmente alcuni degli errori elencati nell'articolo li ho commessi anche io. Ma col tempo, un po' di pratica, seguendo video e leggendo guide sto migliorando di volta in volta. Per chi è appassionata come me, applicare il semipermanente da sola a casa con buoni risultati da molta soddisfazione.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!