Scrub corpo "fai da te" al sale marino

Lo scrub al sale si prepara facilmente con ingredienti semplici e alla portata di tutti, è benefico per la salute del corpo. Ogni olio vegetale possiede determinate proprietà, e possiamo sceglierlo di volta in volta per ottenere il risultato che desideriamo.

Scrub corpo "fai da te" al sale marino

Lo scrub al sale marino per il corpo è un composto a base di sale e olio vegetale. Si avvale delle proprietà antibatteriche e rimineralizzanti del sale, è in grado di levigare la pelle grazie al suo potere esfoliante e di pulirla in profondità eliminando le cellule morte che impediscono l’assorbimento delle sostanze nutrienti che andiamo poi a spalmarvi, e grazie allo zinco presente nel sale ha anche il potere di riequilibrare il sebo e favorire l’elasticità della pelle.

L’altro ingrediente presente nel composto è l’olio vegetale: esso lavora in sinergia con il sale, infatti oltre a rendere morbido il prodotto che ci accingiamo a massaggiare, serve anche a nutrire l’epidermide durante l’operazione di sfregamento dei cristalli salini.

Lo scrub va distinto dal gommage, in quanto mentre il primo si avvale dell’uso di un esfoliante a grana grossa e abrasiva e quindi è adatto a pelli poco sensibili, il secondo sfrutta i principi di un’esfoliazione leggera e ottenuta da sostanze a grana fine ed è più indicato per chi ha una pelle delicata e deve prestare particolare attenzione alla microcircolazione. Essendo comunque una pratica che si basa sull’abrasione, sono sempre necessari accorgimenti nell’applicarla: è opportuno non eseguire questa operazione più di una volta alla settimana, e mai su pelle asciutta.

L’effetto dello scrub sull’epidermide è dovuto in parte alla natura degli ingredienti di cui il prodotto è composto e in parte al massaggio che esercitiamo sul derma. Il massaggio deve sempre partire dal basso per risalire verso l’alto, assecondando il percorso  venoso e deve essere eseguito delicatamente con movimenti circolari. Se correttamente effettuato, esso stimola la circolazione, rimuove le cellule morte ossigenando così la pelle  che risulterà più fresca, morbida e purificata.

Scrub fai da te: come farlo

Prima di procedere alla preparazione del composto, è bene valutare quale tipo di olio scegliere, poichè ognuno produce effetti differenti. Se desideriamo un effetto anticellulite, per esempio, è ottimo l’olio vegetale di mandorle dolci dal forte potere drenante, se vogliamo un risultato ringiovanente possiamo ricorrere al pregiatissimo olio di argan dalle proprietà antiossidanti, se ciò che desideriamo è tonificare ed elasticizzare la pelle andrà benissimo l’olio di albicocca. La possibilità di scegliere gli ingredienti a seconda delle nostre necessità presenta il vantaggio, alternando i trattamenti, di offrire alla pelle un’intera gamma di effetti benefici in sinergia tra di loro, e di poter utilizzare il composto appena preparato quindi al massimo della sua freschezza ed efficacia.

In una ciotola versate circa due dita dell’olio vegetale che avete scelto, aggiungete il sale marino non tritato fin quando raggiunge il livello dell’olio, con un bastoncino o una spatola di legno mescolate bene. Inumidite sempre la parte da trattare, che sia dopo la doccia o il bagno, ma la pelle deve essere sempre bagnata per evitare un effetto troppo aggressivo. Quindi mettete sul palmo della mano una parte del composto e massaggiate la pelle umida insistendo sulle parti più ruvide, i movimenti devono essere circolari, sempre dal basso verso l’alto. Poi sciacquate bene con acqua tiepida, per asciugare tamponate con un telo morbido, senza strofinare per non stressare troppo la pelle. Quando la pelle è asciutta, sarebbe importante spalmarvi una crema idratante per restituirle nutrimento. Lo scrub andrebbe eseguito non più di una volta alla settimana.

I nostri video tutorial
Cristina Cavallazzi

Cosa ne pensa l'autore

Cristina Cavallazzi - L'applicazione dello scrub per il corpo non è soltanto una pratica estetica moderna, già nell'antichità era conosciuto e applicato, sembra infatti che nell'antica Grecia fosse un rituale di purificazione eseguito con acqua e sabbia, e veniva effettuato prima della preghiera. Questo ci illustra l'aspetto purificante di questo piccolo rituale che oggi è entrato nel nostro quotidiano, non solo per la bellezza ma anche per sentirci e volerci bene.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!