Recensione maschera Nera Peel Off – The pastel shop

La cosiddetta black mask è molto in voga in questo momento e sembra essere molto efficace. Conosciamo insieme la maschera Ner Peel off di The Paster shop. Quali sono le sue caratteristiche e i suoi componenti ma soprattutto funziona davvero?

Recensione maschera Nera Peel Off – The pastel shop

Le instagrammers e le baeuty-addicted di tutto il mondo hanno invaso il social di foto e opinioni sulla Black Mask che promette di liberare la nostra pelle dagli antiestetici ‘punti neri‘ e ridurre i pori, arginando la produzione i sebo del nostro viso, tramite il metodo peel, il quale non prevede il risciacquo della maschera ma la sua asportazione mediante un leggiero strappo.

La black mask fatta in casa sarà ottima come alternativa alle tante in commercio. Ma se ne trovano di molto delicate e con ingredienti naturali.

Da cosa è composta la black mask?

Dipende dalla casa di produzione: c’è chi usa il carbone e chi i coloranti per darle quel affascinante tinta che va tanto di moda in questi anni. Per quanto riguarda quella testata da me: la “Deep cleansing Charcoal – Black Mask” della casa The Pastel Shop, il suo ingrediente principale è il fango di carbone.

Di contro la Black Mask della Pil’aten, la più venduta su Amazon, che conta centinaia di recensioni positive, non presenta tra i suoi ingredienti nessun prodotto naturale. L’azienda, infatti, non fa segreto di utilizzare coloranti artificiali per riprodurre il suo colore tipico.

Il carbone, infatti, è un prodotto comune nell’ambito della cura della pelle, sin dai tempi più antichi. La sua particolare composizione ha una funzione depurativa e disintossicante sulla nostra pelle, rendendola morbida e levigata.

Come si applica?

Con il vapore o applicando un asciugamano calda sul viso aprite i pori. Applicate sulla pelle pulita la maschera, stando ben attente a non fare entrare in contatto la crema con gli occhi, le sopracciglia e labbra. Mettete la maschera principalmente nella zona interessata e non su tutto il viso. Risparmierete tempo, prodotto e fatica per toglierla. Aspettate 30 minuti che la maschera si asciughi.

Quando, passati i trenta minuti, sentirete che la maschera è asciutta tiratela via con delicatezza. Vedrete al suo interno, soprattutto in prossimità della zona ‘T‘ (fronte e naso)  delle macchioline bianche: quelli sono i nemici che abbiamo sconfitto.

Funziona davvero?

Personalmente io ho testato la maschera della The Pastel Shop e sono rimasta abbastanza soddisfatta. Ha correttamente cancellato dal mio viso gli inestetismi che purtroppo sono propri della mia pelle grassa lasciandola morbida e liscia per diverso tempo, tuttavia un fattore che mi ha lasciata insoddisfatta è la sensazione poco confortevole che si prova al momento di tirarla via, per niente paragonabile con quello che appare nelle pubblicità.

L’impressione generale, però, è stata molto positiva!

I nostri video tutorial
Marialaura Padula

Cosa ne pensa l'autore

Marialaura Padula - Questo è un articolo in cui riassumo la mia opinione in merito ad un prodotto estetico che ho acquistato in sud America qualche mese fa. Mi sono impegnata a spiegare, sia tramite la mia esperienza che con una breve ricerca in Internet, il funzionamento di un prodotto che per tutto il 2017 è stato uno dei massimi trend social per quanto riguarda la cura della pelle.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!