Punture di zanzara: rimedi naturali per ridurre gonfiore e prurito

In estate le punture di zanzara causano gonfiore e prurito, esistono tuttavia dei semplici rimedi naturali per ridurre e calmare la zona interessata da rossore e prurito

Punture di zanzara: rimedi naturali per ridurre gonfiore e prurito

In estate tornano come sempre anche le zanzare, con le loro punture che provocano prurito e gonfiore. La prima cosa da fare è tentare di tenere lontane le zanzare adoperando rimedi naturali come oli essenziali, piante anti zanzare e repellenti naturali. Può capitare di essere punti nonostante le precauzioni. Che cosa fare?

Ecco svariati rimedi naturali contro le punture di zanzare, che vi consentiranno di ridurre prurito e gonfiore in poco tempo, senza utilizzare subito creme e farmaci. Nel caso soffrite di allergie, è importante rivolgersi al medico.

Le punture di zanzare producono da subito gonfiore nella zona colpita. Il primo rimedio per ridurre il gonfiore è applicare il ghiaccio sulla pelle avvolto in un panno di cotone. Il freddo aiuterà a stringere i vasi sanguigni, arrestando la propagazione delle tossine rilasciate dalla zanzara: importante è non usare il ghiaccio direttamente sulla pelle, per evitare bruciature.

Un altro rimedio idoneo è costituito dalla cipolla, un rimedio della nonna dall’odore sgradevole ma molto efficacie: sfregare mezza cipolla sulla zona colpita per ridurre subito il gonfiore.

In alternativa si può utilizzare il miele, basta applicarne qualche goccia sulla puntura, coprire e lasciare agire per mezz’ora. In caso di gonfiore eccessivo, potete anche spalmare una goccia di miele mescolata con un cucchiaino di bicarbonato: il miele, grazie alle sue qualità antisettiche, eviterà le infezioni, mentre il bicarbonato svolgerà un’azione purificante e disinfettante.

Altra soluzione naturale è data dal limone. Grazie alle sue caratteristiche antisettiche favorirà a disinfettare la zona subito evitando che il gonfiore aumenti: applicarne poche gocce e massaggiate delicatamente.

Esistono poi dei rimedi naturali per calmare il classico prurito prodotto dalle punture di zanzara. Se si vuole un effetto lenitivo anche dal rossore, l’ideale sono l’olio di calendula, l’olio essenziale di menta, il tea tree oil, che calma l’irritazione, ma anche l’aloe vera, grazie alle sue proprietà lenitive. Applicate il gel di aloe vera sulla puntura per far scomparire prurito e rossore. In alternativa all’aloe vera potete utilizzare l’estratto di camomilla o l’olio di mandorle dolci.

Tra le punture più fastidiose ci sono quelle della zanzara tigre, causa un gonfiore più grande e, in alcuni casi, potrebbe causare reazioni allergiche: in questi casi è fondamentale rivolgersi subito al medico. In altri casi potete adoperare creme o gel a base di cloruro di alluminio che hanno proprietà astringenti e calmanti, e sono adatti anche in caso di punture di medusa. Sono prodotti che si possono trovare in erboristeria o in farmacia e sono indicati anche per i bambini: riduce anche il bisogno di grattarsi che, specialmente nei bambini, potrebbe causare piccole ferite con fuoriuscita di sangue. 

I nostri video tutorial
Marco Serra

Cosa ne pensa l'autore

Marco Serra - Durante l’estate le punture di zanzara sono le più fastidiose, poiché creano dei gonfiori e degli arrossamenti sulla pelle e prurito. Acquistiamo di tutto per far stare alla larga le zanzare: dalla citronella ai repellenti spray da spruzzare sulla pelle per proteggerci dalle punture. Possiamo allontanare le zanzare anche con dei rimedi naturali senza dover ricorrere subito a creme o gel.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!