Perché si prova piacere a schiacciare punti neri e brufoli: gli studi

Gli esperti hanno studiato a fondo questa mania che alcune persone possiedono e i risultati sono eclatanti. Basti pensare che il fenomeno è molto serio e sulla Rete ci sono moltissimi video che riescono a fare migliaia di visualizzazioni.

Perché si prova piacere a schiacciare punti neri e brufoli: gli studi

Ascolta questo articolo

Moltissime persone nel mondo possiedono almeno un famigliare o un conoscente a cui piace schiacciare i brufoli o i punti neri sulla pelle. Si tratta di un “piacere” che però possiede caratteristiche affatto banali, questo se si pensa che la cosa è allo studio degli esperti ormai da tantissimi anni. Avere una pelle senza impurità è comunque un desiderio che ciascuno di noi ha, questo perchè a volte magari si vuole risultare “senza difetti” agli occhi degli altri. 

Il fenomeno dello schiacciameto dei brufoli e di altre impurità sulla pelle è noto sin dal 1800 e se ne è occupata anche la rivista scientifica “The Journal of Clinical Psychiatry”. Secondo gli studi l’abitudine tenderebbe a comparire addirittura sin dall’adolescenza e accompagnerebbe l’individuo per tutta la vita. Adesso però i clinici, studiando il comportamento di queste persone, sono arrivati ad una conclusione che lascia davvero stupefatti. 

La patologia

Sulle tecniche sul come schiacciare un brufolo o un punto nero ci sono migliaia di contenuti sulla Rete. E questo fa capire le dimensioni del fenomeno, visto che un video di questi riesce a fare anche 300.000 visualizzazioni nel giro di una settimana. Numeri record che fanno davvero riflettere. 

Recentemente è uscito anche un libro, ovvero il “Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali”. Ebbene, tra le patologie troviamo anche il “disturbo da stuzzicamento della pelle”, che include quindi anche lo schiacciamenti dei brufoli e dei punti neri, ma anche di altre cose presenti sulla pelle. 

La conferma arriva anche dagli studi condotti da Amy Wechslerdermatologa e psichiatra di New York, la quale ha sottoposto i pazienti ad una breve intervista. Questi ultimi, interrogati sul perchè schiacciassero brufoli e punti neri, hanno risposto che questo gesto portava a rilassarli. La letteratura psichiatrica aveva già affermato che chi compiva questo gesto lo faceva per combattere stati di ansia o solitudine. 

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie sono particolarmente interessanti, in quanto ci fanno capire che anche cose che possono sembrare banali, come lo schiacciarsi i brufoli, derivano da una particolare condizione patologica. Ovviamente non è una malattia lo schiacciarsi i brufoli, ma è qualcosa che deriva spesso per combattere stati di ansia o solitudine. Insomma ha a che fare con la nostra stessa psiche.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!