Le varie tipologie di pelle: come riconoscerle e trattarle

Analisi tra le pelli più comuni e diffuse: pelle normale, pelle disidratata, pelle secca, pelle grassa, pelle senescente, pelle mista. Ecco alcuni "consigli" per trattare le varie tipologie di pelle delicate.

Pubblicato il 28 novembre 2022, alle ore 12:18

Le varie tipologie di pelle: come riconoscerle e trattarle

Ascolta questo articolo

La pelle è l’organo più esteso del corpo umano e reagisce ad ogni tipo di stimolo. All’esterno è aggredita dagli agenti atmosferici (freddo,vento), dall’inquinamento, batteri, virus o da insetti; All’interno, invece, è connessa con i tessuti sottostanti. Con la quale ha continui scambi per mezzo della circolazione sanguigna e linfatica (linfa liquido organico composto da acqua, proteine, lipidi e detriti cellulari), del sistema nervoso ed endocrino ( che produce gli ormoni).

La pelle “reagisce” agli stimoli, non ne “subisce” l’influenza. L’apparato tegumentario ( il rivestimento del corpo) protegge il corpo stesso dall’eccessivo calore aumentandole la sudorazzione, dal sole abbrondìzandosi e dal freddo secernendo più sebo.

Pelle normale

Morfologia: si presenta luminosa, elastica, morbida, il colore è omogeneo, con pori appena visiili. Tutte le funzioni fisiologiche ( secrezione sebacea, circolazioni) sono regolari; Il PH è in giusto equilibrio, leggermente acido.

Cause: un’alimentazione equilibrata, una situazione psicologica serena, una vita all’aria aperta e pulita.

Trattamenti

  • Detersione: Latti e tonici per pelli normali;
  • Protezione: Il prodotto da applicare varia al variare dagli agenti atmosferici;
  • Trattamenti periodici: Non necessita di azioni d’urto.

Pelle disidratata

Morfologia: si presenta luminosa, sottile, avvizzita, con colorito ineguale. Tende a fessurarsi, a formare rughe e ad arrossarsi facilmente. Poichè le lamelle dello strato corneo non ricevono acqua dai tessuti sottostanti, si desquamano dando un aspetto farinoso e ruvido al tatto.

Cause: è caratterizzato dalla limitata presenza d’ acqua. Ha un errata composizione di film idrolipidico che provoca una non adeguata idratazine dello strato corneo. Questa disfunzione può avere due origini:

  1. Interna: un’alterata respirazione dei tessuti cutanei, uno squilibrio alimentare, l’abuso di farmaci.
  2. Esterna: agenti atmosferici, soprattutto una prolungata esposizione al sole, la mancanza di umidità dell’aria, l’uso eccessivo di saponi (tensioattivi).

Trattamenti

  • Detersione: Questo tipo di pelle è facilmente irritabile. Bisogna usare prodotti a PH acido che non aggredisca la pelle. Sciacquare con abbondante acqua e delicatamete tamponare la pelle;
  • Protezione: Sia di giorno che di notte applicare cosmetici idratanti e nutrienti cosi da poter formare un film semipermeabile protettivo che rimarrà sulla pelle;
  • Trattamenti periodici: Non necessita di azioni d’urto.

Pelle secca

Morfologia: la pelle si presenta arida, opaca, carente di elasticità e morbidezza.Lo strato corneo superficiale si dequama facilmente e ha un Ph più acido del normale. È predisposto all’invecchiamento precoce. Essendo molto sensibile questo tipo di pelle non riesce a proteggersi sufficientemente dagli sbalzi di temperatura i vasi capillari, che si dilatano oltre misura o si rompono danno luogo alla pelle couperosica. Le dilatazioni che si presentano come striature, fine e lineari di colorito rosso e bluastro sono chiamate teleangectasie.

Cause: questo tipo di pelle deriva da una carena di sebo rispetto alla norma. Si ha un’errata composizione di film idrolipidico che provoca una protezione non adeguata alla cute. Questa disfunzione può avere due origini:

  1. Interna: un’ ipofunzionamento delle ghiandole sebacee, vari fattori legati all’apparato digerente, endocrino o genitale, un’alimentazione squilibrata, turbe psichiche, uso prolungato di medicilali ( es. Sonniferi);
  2. Esterna: la mancanza di una adeguata protezione contro gli agenti atmosferici, soprattutto il sole e il vento, l’uso di detergenti o creme troppo sgrassanti.

Trattamenti

  • Detersione: Questo tipo di pelle è facilmente irritabile. Bisogna usare prodotti a PH acido che non aggredisca la pelle. Sciacquare con abbondante acqua e delicatamete tamponare la pelle. Usare prodotti privi di schiuma la cui formula contenga fitolipidi nutrienti ( oli essenziali). Evitare l’uso di alcol, acetone e reinoidi;
  • Protezione: Sia di giorno che di notte bisogna appliare cosmetici idratanti e cutrienti, con emulsionia a base grassa cosi da poter formare un film semipermeabile che rimanga più a lungo sulla pelle;
  • Trattamenti periodici Maschere, fiale ad azione d’urto, fogli di collagene.

Pelle grassa

Morfologia: la pelle si presenta lucida, untuosa, con punti neri e di colorito giallastro. Ha un pH che tende all’alcalinità ( più alto di 7) e questo favorisce l’insediamento e la proliferazione di batteri: per tale ragione la pelle grassa presenta foruncoli e ha una specifica tendenza all’acne. Questo tipo di pelle non è facile da truccare, perchè la maggiorparte di prodotti makeup non aderiscono in modo omogeneo sulla pelle. Le rughe di espressione si presenteranno più tardi rispetto ad altri tipi di pelle.

Cause: la causa locale è certamente costituita da un’ipersecrezione delle ghiandole sebacee e una modificazione chimicadel sebo prodotto. Le cause a monte di questi fenomeni sono di origine endocrina (pubertà) o di origine alimentare (dieta ricca di grassi), sovente peggiorate da una tendenza all’ansia e all’irritabilità che stimola a sua volta la secrezione di sebo.

Trattamenti

  • Detersione: Bisogna usare prodotti a pH acido che non aggrediscano la pelle facendo aumentare la produzione di sebo;
  • Protezione: Di giorno bisogna applicare cosmetici idratanti e\o seboregolatori, di notte lasciare respirare la pelle;
  • Trattamenti periodici: Maschere, fanghi e sali del Mar Morto.

Pelle senescente

Morfologia: la pelle si presenta disidratata, secca, sottile e opaca; Il sottocutaneo è rilassato, forma borse sotto le palpebre, pieghe sotto il mento e sul collo. L’epidermide mostra un generale avvizzamento con rughe più o meno profonde. Anche il colorito diventa poco uniforme e tende al grigiastro.

Cause: l’invecchiamento è di origine fisiologica. Una vita sregolata, l’abuso di alcol, di tabacco, di medicinali, un’eccessiva esposizione solare, agli agenti atmosferici e inquinamenti aggravano la situazione. Anche la mancanza di movimento e la poca cura di se stessi accellerando il processo di senescenza.

Trattamenti

  • Detersione: Latte e tonico per pelli secche;
  • Protezione: Sia di giorno sia di notte applicare cosmetici idratanti e nutrienti, con emulsioni a basi grasse così da poter formare un film semipermeabile che rimarrà più a lungo sulla pelle;
  • Trattamenti periodici: Maschera, fiale ad azione urto antiage, fogli di collagene.

Pelle mista

Morfologia: presenta aree normali, secche e grasse. È un tipo di pelle molto diffusa; è frequente trovare un viso la cui parte centrale (zona T: fronte, naso, mento) è lucida con punti neri, mentre la parte eterna (guance) e il contorno degli occhi sono secchi.

Cause: spesso la causa è un’ineguale circolazione saguigna o linfatica della cute. Causa determinante è l’uso di cosmetici inadatti.

Trattamenti

  • Detersione: Latte e tonico per pelli normali;
  • Protezione: Prodotti riequilibranti e seboregolatori;
  • Trattamenti periodici: Maschera idratante, argilla.
I nostri video tutorial
Giuseppe Falco

Cosa ne pensa l'autore

Giuseppe Falco - Queste informazioni sono utilissime per tutte le persone che hanno bisogno di un consiglio o conoscere il modo più opportuno per salvaguardare la propria pelle e non creare varie possibili disfunzioni dell'apparato tagumentario. È stato aggiunto anche un paragrafo sui modi corretti di trattamento per mettere sin da subito in pratica ciò che si è letto.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!