Come fare il frisee ai capelli: le tecniche e i consigli

I capelli frisee si possono ottenere in modi differenti. La piega a zig-zag richiede tempo e pazienza ma l'effetto finale ripagherà dei vostri sforzi. Scopriamo come farli

Come fare il frisee ai capelli: le tecniche e i consigli

Molto apprezzati dalle teenager degli anni ’70 e ’80, il frisee ai capelli sono tornati di moda. Solitamente, questi sono abbinati ad acconciature su capelli raccolti, come lo chignon, o sui capelli scalati e medio-lunghi. Con un po’ di manualità e tecnica si possono creare anche sui capelli più corti.

La loro particolarità è che riescono a donare un aspetto giovanile e leggiadro a chi li sceglie. A prova di umidità e pioggia, il suo effetto “crespo” è un escamotage proprio in queste circostanze. Inoltre, il movimento a zig-zag, più o meno accentuato, che li contraddistingue è ideale per le donne che vogliono e cercano volume. Impossibile passare inosservate.

Adatte a tutte le età, scelte dagli stilisti ed hair-stylist per le sfilate in passarella, si possono realizzare in modi differenti. Ecco come ottenerli e alcuni consigli per creare acconciature bizzarre, eleganti e leggere.

Esistono in commercio delle piastre per capelli adatte per il frisee
Esistono in commercio delle piastre per capelli adatte per il frisee

Frisee capelli: le tecniche più usate

Prima di parlare di tecniche è necessaria una precisazione. Realizzare il frisee ai capelli richiede tanta pazienza e tempo. Il risultato finale, però, ripagherà del vostro impegno e della vostra fatica.

Questo styling si può ottenere in modi differenti. Si possono utilizzare attrezzi specifici o ottenere l’effetto a zig-zag con un po’ di ingegno. Specialmente le prime volte, fatevi aiutare da un’amica.

Come fare il frisee con la piastra

Il metodo più rapido e semplice per ottenere l’effetto frisee sui capelli è utilizzare la piastra. In commercio, nei negozi specializzati e sul web, se ne trovano differenti e specifiche. Queste sono dotate di placche termiche a zig zag e non lisce.

Per prima cosa dovete lavare con cura i vostri capelli. Per un effetto migliore, si consiglia di lavarli il giorno prima. Dopo aver scaldato la piastra, dividete i capelli in ciocche. Più ne fate e più queste saranno piccole, maggiore sarà l’effetto ondulato a zig-zag.

frisee capelli
Il frisee dona volume ai capelli ed è adatto a tante occasioni diverse.

La dimensione della ciocca gioca un ruolo fondamentale sull’effetto finale. Spruzzate un velo di lacca sulla ciocca e pressatela con la piastra. Per evitare di danneggiare i capelli con le alte temperature, utilizzate uno spray termoprotettore.

A differenza della piastra lisciante, in questo caso non la si dovrà fare scorrere. Bisognerà tenerla in posa per qualche secondo su uno stesso punto e poi aprirla e spostarla su un’altra area della ciocca. Partendo dalla radice si procederà per tutta la lunghezza dei capelli fino alle punte. Completata la ciocca, spruzzate della lacca per fissare l’ondulazione.

Frisee capelli: metodi senza piastra

I capelli frisee si possono ottenere anche senza l’uso di piastre specifiche. Tra le tecniche più conosciute e utilizzate ci sono le forcine. Dopo aver diviso in piccole ciocche tutta la chioma, attorcigliatele una per volta su se stesse. Bloccatele con le forcine sulla radice. Più a lungo li terrete in posa, maggiore sarà l’effetto ondulato e la durata.

Se amate le treccine potrete anche utilizzare questa alternativa e sfoggiare look differenti giorno dopo giorno. Una volta sciolte le trecce, i capelli, infatti, saranno ondulati e l’effetto sarà molto naturale.

In entrambi i casi, per un effetto strepitoso, è consigliabile lasciare forcine o treccine in posa quanto più tempo possibile.

Le treccine rappresentano la tecnica più semplice per un frisee naturale
Le treccine rappresentano la tecnica più semplice per un frisee naturale

Frisee capelli: consigli utili

La piega a frisee è adatta specialmente alle donne con i capelli sottili o molto sottili. La loro particolarità, infatti, è che l’ondulazione che la contraddistingue crea volume. Poiché il capello, però, è particolarmente delicato, è utile utilizzare un prodotto che resista alle alte temperature.

Sulle lunghezze, l’effetto frisee può essere utilizzato per creare tantissime acconciature, anche sui raccolti. Sui capelli corti l’effetto è anche molto apprezzato, specialmente se si punta sul ciuffo e la frangia. È possibile, infatti, giocare anche con le frange dei capelli, protagoniste anch’esse della stagione.

Evitate di fare questa piega subito dopo aver lavato i capelli perché non sarebbe duratura. In genere, così come per la piastra lisciante, si consiglia di procedere il giorno dopo il lavaggio.

Il frisee non richiede l’uso di spazzole e pettini per migliorare l’effetto finale. Sarà la piastra stessa a stabilire il movimento. Il risultato finale dipende anche dalla struttura dei vostri capelli.

Se amate i capelli raccolti, ricordate di non stringere eccessivamente i capelli con frisee perché otterreste solo di rovinare il lavoro fatto. I capelli con frisè hanno bisogno di “respirare”. È, infatti, preferibile lasciarli sciolti o utilizzare acconciature semplici per non fare perdere l’elasticità della piega.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!