Cromoterapia: per una pelle elastica senza buccia d’arancia

La cromoterapia rientra tra le cure alternative e complementare ad altre cure. Essa impiega i colori per curare i disturbi del corpo, compresa la cellulite.

Pubblicato il 9 luglio 2022, alle ore 11:03

Cromoterapia: per una pelle elastica senza buccia d’arancia

Ascolta questo articolo

Per la medicina ayurvedica fra testa e bacino scorre una linea su cui si trovano i chakra, i centri dell’energia. Stimolarli è importante per evitare la comparsa di diversi disturbi, compresi gli inestetismi della cellulite. Come agire? Per esempio con la cromoterapia, che sfrutta le vibrazioni emesse dai colori.

In un’area colpita dalla buccia d’arancia la circolazione è fredda e lenta, ma migliora se vi applichi tinte calde (giallo, rosso e arancione), o se riequilibri tutto l’organismo, puntando su ogni chakra la sua sfumatura caratteristica.

Irradiazione luminosa. Si colpisce la zona sofferente con luci colorate. Rosse per migliorare la circolazione di cosce e glutei. Gialle per stimolare il sistema linfatico. Viola per equilibrare il tono dei tessuti.

Cristallo cromoterapia. Si appoggiano sulle parti da curare pietre e cristalli colorati che emettono particolari vibrazioni (come il quarzo, le cui oscillazioni sono sfruttate negli orologi). Contro la cellulite si usano cristalli gialli o rossi. Oppure si mette nell’acqua, prima del bagno, del corallo rosso e mezzo chilo di sale marino.

Visualizzazione respirazione colorata. Sono tecniche di rilassamento e di respirazione profonda. Nel caso della cellulite si cerca di “sentire” nei polmoni e sui chakra le tinte rosso, giallo e viola. 

Cromo-massaggio energetico. Si tratta la parte con terre e oli colorati. Contro la pelle a materasso si stimola la circolazione delle gambe. Perfetto è il colore ambra.

Tessuti colorati. Ad agire sono le sfumature dei vestiti punto per riattivare la circolazione vanno indossate nuance calde (rosso, arancione, giallo) sulla parte bassa del corpo.

Cromo-dieta. È un regime alimentare che privilegia cibi di un certo colore: non si usa per stimolare un certo chakra, ovviamente, ma per riequilibrare lo stato globale dell’organismo. Contro i cuscinetti servono alimenti gialli, rossi e arancioni (agrumi, pomodori, carote). Da limitare quelli bianchi o scuri (latticini, cioccolato), che ostacolano l’energia. 

Benché non se ne parli molto, oggi la cromoterapia è uno dei settori in più rapida crescita nella salute naturale.

I nostri video tutorial
Cinzia Strano

Cosa ne pensa l'autore

Cinzia Strano - La cromoterapia non è una vera scienza, in quando non scientificamente dimostrata. Possiamo però affermare che i colori hanno un effetto benefico su di noi, aiutandoci a ritrovare la forma smagliante e il rilassamento tanto desiderato. Non so fino a che punto risolve il problema tanto odiato dalle donne: la cellulite. Ma provare non costa nulla!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!