Probiotici: dove si trovano e a cosa servono

Assumere probiotici con regolare frequenza aiuta l'organismo a stare meglio, diminuisce il colesterolo e le infiammazioni del colon diventano più flebili. Vediamo dove si trovano ed a cosa servono per capirne meglio i tanti effetti benefici sul nostro corpo

Probiotici: dove si trovano e a cosa servono

I probiotici sono sono i cosiddetti “batteri buoni”, degli integratori composti di ” batteri fisiologici” il che significa che al loro interno contengono meramente dei micro organismi già presenti in natura nell’intestino crasso che compongono la flora batterica intestinale.

Hanno una funzione molto importante per il nostro organismo e proprio per questo motivo è importate assumerli con regolarità. Scopriamo di più, quindi, su cosa sono i probiotici, a cosa servono e dove si trovano.

Cosa sono i probiotici

I probiotici, come abbiamo detto, sono dei batteri. Questi arrivano nell’intestino crasso e lo colonizzano bonariamente svolgendo un ruolo di grande importanza per diversi fattori. I probiotici infatti, sono degli ottimi alleati contro il colesterolo del sangue, in particolar modo del colesterolo cattivo, sono ottimi difensori della mucosa contro i biechi batteri patogeni, sono validi e preziosi per quel che concerne la difesa del colon irritabile e ne ottimizzano la funzionalità.

Certamente non tutti i batteri buoni possono essere battezzati come probiotici e, allo stesso modo, non tutti gli alimenti contengono probiotici. Gli alimenti e gli integratori esistenti che hanno probiotici sono forieri di specifiche caratteristiche, come la resistenza al PH gastrico, sono innocui e benefici e, infine, sono decisamente compatibili con l’intestino.

Detto questo va quindi evidenziato che l’assunzione di probiotici è motlo importante dal momento che questi svolgono delle funzioni importanti nel nostro organismo e indubbiamente comportano effetti benefici e salutari.

Probiotici: dove si trovano e a cosa servono
I probiotici sono dei batteri

A cosa servono

L’utilità dei probiotici se assunti con regolarità, è decisamente forte. Essi infatti non solo aiutano a minimizzare la sindrome da colon irritabile, ma altresì sono utili nel contrastare la nascita di acne, invecchiamento della cute e potenziali e svariate irritazioni.

I probiotici sono organismi vivi e devono di conseguenza raggiungere l’intestino indenni al fine di far fare loro il giusto ‘lavoro’. E’ consigliabile assumerli sempre a stomaco vuoto. In questo modo aiuteremo il nostro organismo ad assimilarli per bene ed a rendere il loro compito più semplice.

Probiotici: dove si trovano e a cosa servono
Probiotici: ecco un esempio di alimento che ne contiene in grandi quantità

Gli alimenti in cui troviamo i probiotici

Sicuramente la maggior parte dei probiotici li troviamo nel latte, e in tutti quelli che sono i suoi derivati come yogurt e formaggio (dal momento che la maggior parte dei probiotici è composta da lactobacilli).

Bisogna, quindi, cercare di consumare quanto più spesso è possibile nell’arco della settimana alimenti che possano contenere probiotici, così da assumerli in maniera naturale. Se questo non dovesse avvenire, per mille ragioni, sarà possibile ricorrere a degli integratori che aiuteranno il nostro organismo a ricevere il giusto apporto di prboiotici, tale da consentirgli un perfetto funzionamento ed evitare patologie a carico dell’intestino, come ad esempio la diverticolite.

In farmacia il mercato dei probiotici è sempre più ampio e diversificato, ecco perché la scelta diventa più ostica. Quel che è più importante non è la scelta di un integratore alimentare piuttosto che di un altro bensì la regolarità nell’assunzione e protrarla per un arco di circa 3-4 settimane in modo da poter godere dei loro benefici.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!