Kefir: come prepararlo a casa con pochi ingredienti

Il kefir, già noto per le sue innumerevoli proprietà benefiche per l'organismo, è facilmente riproducibile a casa. Basterà avere un po' di pazienza, del latte, i fermenti "magici" (comunque facilmente reperibili) ed il gioco è fatto

Kefir: come prepararlo a casa con pochi ingredienti

Per riprodurre lo yogurt di kefir a casa è importante reperire, per prima cosa, i fermenti. Si possono chiedere a qualcuno che fa già a casa propria lo yogurt di kefir oppure in alternativa si possono comprare online o in negozi specializzati che vendono tali tipologie di prodotti.

Procuratevi poi del latte: si può scegliere il comune latte che un po’ tutti abbiamo a casa come il latte vaccino (potete usare sia quello fresco intero o parzialmente scremato che quello a lunga conservazione intero o parzialmente scremato) oppure chi è intollerante può usare latte di soia, di capra, di pecora ecc. Prendete poi un barattolo di vetro con il relativo coperchio e siete ora pronti per preparare il vostro yogurt.

Prendete i granuli di kefir e metteteli nel barattolo versandoci del latte. Indicativamente potete utilizzare un cucchiaio di granuli di kefir con un bicchiere di latte. Poggiate sopra al barattolo il coperchio ma non chiudetelo. Posizionate ora il barattolo con latte e i granuli in un sacchetto (tipo quello del pane) chiudetelo e mettetelo a riposare in un luogo al buio (per esempio potete scegliere di metterlo in un classico mobile della dispensa). Ora dovete aspettare da un minimo di 24 ore ad un massimo di 72 ore (non di più mi raccomando).

Per capire quanto tempo dovete farlo riposare potete fare delle prove: iniziate con 24 ore e poi 48 ore. Generalmente, però, è consigliabile farlo riposare 48 ore così da avere uno yogurt non troppo acido ma nello stesso tempo più cremoso. In questo tempo di riposo noterete come il latte inizierà a fermentare e si amalgamerà con i granuli. Passato il tempo necessario prendete il vostro barattolo, munitevi di un colino e versate il contenuto del barattolo.

Lasciatelo scolare qualche secondo, così da eliminare il siero, per avere un gusto meno acido, dopodiché prendete un ulteriore barattolo e con l’aiuto di un utensile di plastica girate il contenuto del colino. Vedrete che pian piano scenderà del liquido bianco: quello è il vostro yogurt. Sarà meno denso rispetto allo yogurt normale e più simile a uno yogurt da bere. Ora potete aggiungere del miele o dello zucchero per renderlo meno acido oppure lasciarlo bianco al naturale. Inoltre, se volete, potete aggiungervi anche della frutta a pezzi o della marmellata. 

I nostri video tutorial

Cosa ne pensa l'autore

Gabriella Tichelio - Lo yogurt creato si conserva per qualche giorno in frigorifero coperto dalla pellicola. Inoltre è possibile riprodurre nuovamente lo yogurt. Risciacquate i granuli di kefir che saranno rimasti nel colino e metteteli nel barattolo pulito. Aggiungete di nuovo del latte coprite e ripetete il procedimento. I granuli di kefir non andranno mai a male quindi potete ripetere il procedimento finché lo volete. Il gusto ottenuto sarà acidulo: modificatelo con del miele o dello zucchero. Con lo yogurt ottenuto potrete anche preparare ottime ricette!

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!