Come estrarre una scheggia dalla pelle in modo semplice

Questa donna rimuove una scheggia di vetro dal piede della figlia proprio come faceva sua nonna. Si tratta di un trucco molto semplice che risolverà il problema in poco tempo. GUARDA IL VIDEO SOTTO

Come estrarre una scheggia dalla pelle in modo semplice

Estrarre una scheggia dalla pelle può sembrare molto difficile e doloroso eppure esistono delle tecniche, spesso molto antiche ed usate anche dalle nostre nonne, che possono consentirci di ottenere un ottimo risultato in pochissimo tempo.

Capita spesso nella vita di tutti i giorni di poter incorrere in piccoli incidenti casalinghi o durante dei lavori fa da te e di ritrovarsi con una fastidiosissima scheggia nella nostra pelle.

Un video, però, ci mostra un metodo estremamente semplice e poco doloroso che ci consentirà di estrarre una scheggia dalla pelle in pochissimo tempo. Serviranno semplicemente delle pinze, che dovranno essere prima disinfettate, e dell’olio essenziale.

Le immagini ci mostrano passo dopo passo il procedimento che è davvero molto semplice. Basta, infatti, applicare l’olio sulla parte in cui è presente la scheggia, attendere qualche minuto e poi cercare di estrarre il corpo estraneo utilizzando la pinzetta.

Le immagini ci mostrano passo dopo passo come fare tutto questo e soprattutto ci dimostreranno che si tratta di una tecnica per nulla dolorosa.

Altrettanto interessante sarà vedere come utilizzare il bicarbonato nella vita di tutti i giorni. Anche in questo caso si tratta di espedienti molto semplici, facilissimi da mettere in atto ma soprattutto davvero utilissimi. Il bicarbonato, infatti, viene comunemente utilizzato per la preparazione di diverse ricette ma meno spesso lo utilizziamo per la cura di determinati fastidi.

Un video, però, ci mostrerà quanto in realtà questo ingrediente possa essere utilizzato in tanti modi diversi costituendo un’ottima soluzione a piccoli e grandi problemi della vita quotidiana di tutti noi. Spesso e volentieri, infatti, le soluzioni più geniali risiedono proprio in quegli oggetti che abbiamo comunemente intorno a noi.