Naso che sanguina: ecco come comportarsi in questi casi

Anche se l'istinto è quello di portare all'indietro la testa, la prima cosa da farein caso di naso che sanguine è proprio l'opposto: portarla in avanti per evitare di ingoiare il sangue. Capiamo bene cosa dobbiamo fare in certi casi

Naso che sanguina: ecco come comportarsi in questi casi

Il naso che sanguina è qualcosa di molto comune sia nei grandi che nei più piccoli, proprio perchè svariate sono le cause che possono portare a questo fenomeno, tra queste le più comuni sono: irritazione da allergie, raffreddore, aria molto fredda o secca, quando ci si soffia il naso con elevata energia o per ipertensione arteriosa.

La maggior parte delle volte che si perde sangue dal naso quindi, non è nulla di preoccupante poichè avviene nella parte frontale del naso, dove sono presenti numerosi e piccolissimi vasi sanguigni che possono quindi rompersi e sanguinare con molta facilità.

Più raro invece è che l’emorragia si verifichi nella parte più interna ed in quel caso è molto più difficile da controllare: ma comunque non si tratta di qualcosa di grave o mortale.

La prima cosa da fare quando esce sangue dal naso è mantenere la calma, soprattutto se si tratta di bambini che devono essere informati e tranquillizzati che non accadrà nulla di grave e che tutto passerà in fretta. Subito dopo bisogna sedersi ed abbassare la testa in avanti, per evitare di ingoiare il sangue e respirare con la bocca, mentre bisogna stringere delicatamente le narici del naso per 2 minuti circa: trascorso questo breve lasso di tempo si può lasciare la presa e ripetere l’operazione se il sanguinamento non si è arrestato.

Se l’emorragia non si ferma bisogna aiutarsi applicando un panno imbevuto di acqua fredda oppure meglio ancora un po’ di ghiaccio sul setto nasale. Se nemmeno con l’aiuto del ghiaccio l’emorragia non si ferma, allora è il caso di chiedere consiglio al proprio medico che solitamente consiglia di applicare un decongestionante nasale da inalare con l’aerosol per sigillare i vasi sanguigni.

Solitamente in tanti hanno l’abitudine di usare dei tamponi o delle garze: questo non è un atteggiamento sbagliato, l’importante è che non vengano completamente sigillate le cavità nasali. Cosa inoltre molto importante tener presente, è che non bisogna soffiarsi il naso o fare forti respiri con il naso nelle ore successive al sanguinamento, altrimenti l’emorragia potreste ripresentarsi nuovamente.

I nostri video tutorial

Cosa ne pensa l'autore

Sonia Verardo - Spesso mi è capitato di assistere a sanguinamenti del naso, a scuola o a lavoro e la cosa che tutti fanno infatti, sbagliando, è sporgere la testa all'indietro. Se invece ora dovessi ritrovarmi ancora di fronte a certe situazioni, so come comportarmi per aiutare chi in quel momento ne ha bisogno.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!