Fame nervosa: come fermarla e combatterla

Saper gestire la fame nervosa è importantissimo per evitare spiacevoli conseguenze che possono minare la salute psico-fisica di una persona. Ecco quali sono i sintomi della fame nervosa, come gestirla e curarla

Fame nervosa: come fermarla e combatterla

La fame nervosa è un problema grave e difficile da gestire. Per questo motivo è importante capire quali sono i segnali che possono far sospettare che, quando cerchiamo cibo, si tratti di fame nervosa piuttosto che vero e proprio bisogno di sfamarsi.

Il desiderio del cibo presente a qualsiasi ora della giornata, o poco lontano dai pasti, è uno dei campanelli d’allarme più evidenti che devono indurci a valutare con attenzione il nostro rapporto col cibo. Solitamente una persona che soffre di fame nervosa mangia in modo compulsivo, quasi temendo che qualcuno possa portarle via le pietanze che ha sul piatto e, per questo motivo, molti soggetti che presentano questo disturbo dell’alimentazione, mangiano velocemente senza gustare il cibo e non fanno distinzioni tra cibo dolce e salato, spesso alternando l’uno all’altro.

Lo stato ansioso prelude il momento in cui insorge la fame ed entrambi si quietano dopo aver ingerito del cibo. La fame nervosa può sfociare in quelle che vengono comunemente chiamate abbuffate, ovvero assunzioni esagerate di cibo in tempi molto brevi, seguite, quasi sempre, da uno stato di vergogna che porta a non farsi vedere mentre si mangia o, addirittura, a nascondere scorte di cibo per casa.

Fame nervosa come fermarla e combatterla

Fame nervosa: come fermarla

Una volta capito che cos’è la fame nervosa, se avete appurato che potreste soffrirne, è importante cominciare a lavorare per fermarla quanto prima, ovvero prima che produca pericolosi effetti sulla nostra salute. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che una scorretta alimentazione può causare diversi scompensi a livello fisico e mentale.

Malattie cardio vascolari, colesterolo, diabete, sovrappeso e obesità sono tutte figlie di un malsano modo di alimentarci. In più, non dobbiamo sottovalutare l’importanza che ha questo disturbo per la nostra “testa”. Trovare uno sfogo nel cibo per i problemi quotidiani può solamente aumentare la loro entità creandoci disagio nel contatto con le altre persone, portandoci a schivare momenti di convivialità e, in casi più gravi, inducendoci a isolarci dalla vita sociale.

Se la fame vi coglie all’improvviso, prima di lanciarvi verso il frigorifero, provate a fermarvi un momento a riflettere su alcune cose e ponetevi delle domande: “Quando ho mangiato l’ultima volta? sono arrabbiata? ho voglia solamente di qualcosa di buono? quanta fame ho da 1 a 10?”

Se la risposta a queste domande vi induce a pensare che si tratti di un attacco di fame nervosa allora, per prima cosa, bevetevi un bel bicchiere di acqua naturale. Dopodiché, se siete in casa e avete troppe tentazioni che vi chiamano, mettetevi le scarpe e uscite a fare qualche commissione, meglio se lontano dal supermercato!

Se vi è impossibile uscire distraetevi con un libro, un film appassionante, curiosate su Facebook o fatevi una partita a Candy Crush…qualsiasi cosa per far divagare la vostra mente.

Inoltre, un’alimentazione corretta, composta da 5 pasti bilanciati e suddivisi nell’arco della giornata, potrà sicuramente aiutarvi a non sentire spesso il bisogno di mangiare.

Fame nervosa come fermarla e combatterla4

 Fame nervosa: come curarla

Purtroppo, trattandosi di una fame che non dipende dalla mancanza di cibo, bensì da “un vuoto interiore“, curare questo disturbo dell’alimentazione potrebbe essere complesso.

Innanzi tutto sarà necessario imparare a gestire le emozioni e non lasciare che stress, noia e preoccupazione abbiamo il sopravvento sul nostro benessere. Potrebbe esservi utile analizzare la situazione per capire qual è il problema che vi assilla. Chiedetevi quale situazione vi sta creando un disagio tale da spingervi a consolarvi con il cibo.

Pertanto, il modo migliore per curare la fame nervosa è prendersi cura della propria salute psichica. Se ritenete che il problema da affrontare sia piuttosto difficile da gestire da sole, potreste rivolgervi ad uno specialista. Molte aziende ospedaliere hanno un servizio coordinato di psicologia e medicina interna che mira a risolvere i principali disturbi dell’alimentazione.

Esistono anche alcune tecniche di rilassamento che possono esservi estremamente d’aiuto per contrastare la fame nervosa. L’ipnosi, l’agopuntura ed alcune pratiche come lo yoga, anche con esercizi semplici di base, potrebbero davvero essere la via d’uscita al problema.

L’ipnosi può intervenire sulle abitudini alimentari inconsce facendo venire a galla vecchi e sedimentati cattivi rapporti con il cibo. L’agopuntura, invece, può agire sui centri nervosi liberandovi dallo stress e dalle preoccupazioni che scatenano la fame.

Lo yoga è una disciplina che, se abbracciata seriamente, può davvero cambiare il rapporto che avete con voi stesse. Questa antica pratica insegna il rispetto e l’amore per sé stessi, aiuta ad essere molto equilibrate e più in armonia con il proprio corpo.

Per curare la fame nervosa farmaci di vario tipo possono aiutarvi ma solo gli specialisti potrebbero consigliarvi quali assumere e in che dosi. Non si tratta altro che alcuni tipi di psicofarmaci che aiutano a stimolare il buon umore, abbassare il livello di stress e far sentire la paziente più felice.

Fame nervosa come fermarla e combatterla2

Fame nervosa: rimedi naturali

Esistono, infine, rimedi naturali che possono aiutarvi a gestire la fame nervosa. Alcuni infusi a base di passiflora, angelica, melissa e tiglio sono utilissimi per calmare lo stato ansioso che scatena la fame improvvisa e le abbuffate. Se cercate un rimedio ancora più efficace potreste rivolgervi ad un’erborista perché vi prepari degli specifici fiori di Bach.

Hai sempre fame? Sei disperata e non sai come comportarti? Rimani tranquilla e affidati al web, troverai tantissimi forum in cui viene trattato l’argomento e dove potrai trovare utili consigli e spunti per cominciare ad affrontare la tua fame nervosa. Rilassati, respira, pensa a ciò che ti fa preoccupare e affrontalo…non dimenticare che la fame nervosa si alimenta con il male interiore…

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!