Svezzamento: le prime pappe

Lo svezzamento è un'avventura che coinvolge il bambino e i suoi genitori. Ecco gli alimenti e i periodi giusti nei quali è consigliato darli al vostro bambino

Svezzamento: le prime pappe

Dopo quattro lunghi mesi in cui il bambino si nutre solo di latte, naturale o artificiale, arriva il momento di iniziare un nuovo cammino, lo svezzamento. Ebbene sì, per la prima volta, verso i quattro mesi di vita, vostro figlio mangerà un cibo nuovo e, per alimentarsi, utilizzerà un sistema tutto diverso: il cucchiaino.

In questa fase di vita la pediatra durante i controlli di routine vi consiglierà una merenda a base di frutta, mela o pera, che saranno solo il preludio del vero e proprio svezzamento.
In questo periodo il bambino non riceve un vero e proprio pasto ma comincia a familiarizzare con il cibo un po’ più solido, con gusti decisamente più decisi e definiti e impara ad aprire la bocca e deglutire.

Potrete scegliere di preparare voi stesse le puree di frutta o acquistarle già pronte in comodi vasetti. Se siete a casa è bene utilizzare della frutta fresca: è sicuramente più sana e più economica. Per prepararla vi basterà una grattugia. In linea di massima la pera è la più amata dai bambini, perché decisamente più dolce della mela.

Verso i 5/6 mesi si parte con un pasto diverso: si inizia con un brodo vegetale, senza sale, preparato con patate, zucchine e carote al quale, pian piano, si potranno aggiungere le prime creme, come quella di mais e tapioca o di riso. La prima assomiglia molto ad una polentina ed è molto buona, non sareste le prime mamme a finire la pappa che il bambino lascia nel piatto!

Svezzamento: le prime pappe
Verdure

Fate cuocere le verdure in acqua abbondante fino a quando queste saranno ben morbide e cotte. Frullate bene il tutto con un frullatore ad immersione, senza aggiungere sale perchè nel primo anno di vita è meglio non affaticare i reni del piccolo che non funzionano ancora a dovere, ed aggiungete della crema di mais o tapioca. avrete creato in questo modo una ricetta velocissima ma che sarà la base di tante pappe per il vostro bambino.

Di mese in mese aggiungerete qualche alimento alla dieta del bambino, questo vi sarà utile anche per capire se si manifestano alcune intolleranze e risucirete ad individuarne subito la causa.

Per quanto riguarda la frutta, dopo il primo mese a mela e pera, dai cinque mesi, potrete far mangiare al bambino arance e mandarini, albicocche e pesche dai 6 mesi, mentre per anguria, melone, fragole ed il resto della frutta, anche quella secca, dovrete attendere l’anno di età.

Le verdure che i bambini possono mangiare dai 5 mesi sono le stesse che metterete nel brodo e che poi schiaccerete con la forchetta per creare un bel passato. Dal sesto mese potrete integrare la dieta di vostro figlio con cavolfiori e spinaci e aggiungere al brodo, per renderlo più saporito, cipolla e sedano, da far cuocere insieme alle altre verdure. Melanzane, carciofi e pomodori sono particolarmente difficili da digerire e vanno dati verso i 12 mesi.

Svezzamento: le prime pappe

Ai cinque mesi il bambino può assumere anche carne liofilizzata di coniglio, tacchino, pollo, vitello e manzo da mettere nella pappa. Dagli otto mesi via libera al prosciutto cotto!
Per quanto riguarda i formaggi, subito dai 5 mesi potrete mettere il parmigiano nella pappa e nei mesi successivi integrare con ricotta mentre, dagli 8 mesi, con caciotta, crescenza e caprino. Il bambino può iniziare a mangiare il pesce dagli 8 mesi.

Probabilmente le prime volte sarà difficile far magiare il vostro piccolo, specie quando più avanti inizierà a mangiare da solo, ma non scoraggiatevi, presentarsi con il sorriso e a cuor leggero farà capire a vostro figlio che è tutto apposto e che il cucchiaino non è pericoloso.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!