Il tuo bambino è un diavoletto? Come comportarsi

Se il proprio bimbo è un diavoletto significa che può aver bisogno di maggiore attenzione e, in ogni caso, la sua disobbedienza è parte del suo percorso di crescita

Il tuo bambino è un diavoletto? Come comportarsi

Molto spesso ci troviamo di fronte a bambini che non vogliono seguire le regole, bambini refrattari a qualsiasi forma di ‘comando’ o di insegnamento concreto. Perché? Il bambino tende, a volte, a dover fare il ribelle, il sovversivo, ad essere un vero diavoletto per sentirsi vivo e indipendente anche quando è piccolo e per questo motivo elude le regole della buona educazione che i genitori, giustamente, mirano e cercano di insegnargli.

Ecco che iniziano a serpeggiare dubbi nelle figure genitoriali quando il bambino non ascolta e quando tende a fare ‘di testa sua’; dubbi che riguardano la potenziale incapacità di farsi rispettare, la scarsa autorevolezza.

In realtà questi dubbi devono essere fugati immediatamente perché i genitori non hanno nulla a ce vedere con questi comportamenti da diavoletti che caratterizzano il bambino. Infatti l’essere disobbedienti, insofferenti al rispetto delle regole e dei dogmi della buona educazione, è parte del processo di crescita del bambino nel corso dello sviluppo della sua personalità.

Il tuo bambino è un diavoletto? Come comportarsi

Il bambino asserisce una serie di “No” convinti quando gli viene chiesto qualcosa per la volontà di affermare sé stesso e per cercare di capire se a prescindere dai loro comportamenti scorretti e irriverenti, vengono comunque amati dai genitori. Ma cosa fare quindi se il bambino è un diavoletto? Vediamolo insieme.

Urlare non serve

Innanzitutto evitare di urlare, alzare la voce per farsi sentire, perché non funzionerebbe se non nell’immediato. Meglio preferire il dialogo, un elemento importantissimo nel rapporto tra mamma e figlio.

Come primo approccio a questo problema potreste stilare una lista delle cose giuste e corrette da fare e quelle scorrette da non fare e discuterne insieme al piccolo, spiegandogli perchè alcune cose non vanno fatte e cosa possono comportare a lungo termine.

Ovviamente è fondamentale che le regole da rispettare siano condivise da ambo i genitori altrimenti il bambino potrebbe andare in confusione non sapendo quale sia il vero punto di riferimento.

Regole chiare

Il secondo step consiste nello spiegare al bambino che le regole sono importanti al fine di poter vivere bene e diventare in un futuro, quando lui sarà diventato grande, rispettoso e ben educato.

Regole che vanno dalle grandi problematiche fino alle cose più piccole, come lo stare seduti a tavola in maniera consona o avere il giusto rispetto degli altri. Solo in questo modo potrete dare le linee guida più giuste al vostro bambino.

Il tuo bambino è un diavoletto? Come comportarsi

Passare del tempo insieme

Spesso il nostro bambino si trasforma in un diavoletto per la smania di protagonista, per ricevere attenzioni, il che spesso succede in concomitanza di un momento importante, come l’inizio della scuola materna ed il relativo distacco dalla mamma o la nascita di un fratellino o una sorellina.

fargli capire che siete sempre accanto a lui e che per voi lui rimane sempre importantissimo sarà fondamentale per far cessare capricci e monellerie. Fate attenzione, inoltre, al comportamento del vostro bambino anche a scuola. Spesso, infatti, i piccoli possono essere degli angioletti in casa quanto dei diavoletti a scuola, per svariate ragioni.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!