Cos’è l’ epistassi nei bambini. Cause e cure

L' epistassi nei bambini è un problema abbastanza frequente ma facile da curare e che non deve impensierire i genitori. Ecco alcuni consigli per fermare il sangue dal naso tempestivamente e risolvere la situazione con serenità

Cos’è l’ epistassi nei bambini. Cause e cure

Cos’è l‘epistassi nei bambini? I genitori si spaventano sempre quando vedono uscire sangue dal naso del proprio bambino ma l’epistassi è una condizione molto diffusa e che, quasi nella totalità dei casi, non comporta pericoli.

Per poter evitare momenti di panico e paure immotivate, però, è bene sapere bene che cos’è l’epistassi nei bambini, quali sono le cause e cosa fare in caso di sangue dal naso nei propri bambini.

Si tratta, infatti, di una condizione molto comune ma bisogna comunque fare attenzione per poter prevenire situazioni del genere ma anche per capire quando e se bisogna preoccuparsi. Vediamo, quindi, insieme alcune informazioni importanti per capire bene di cosa stiamo parlando  e come poter intervenire.

Ecco cosa scatena la perdita di sangue dal naso, come comportarsi per fermarla e per prevenirla.

Cause dell’epistassi nei bambini

La perdita di sangue dal naso è molto frequente nei bambini è, comunque, un problema che tende a sparire con la crescita e a risolversi completamente durante la pubertà.

Solo in alcuni casi è opportuno consultare un medico perché la perdita di sangue dal naso potrebbe essere il segnale di qualche altro problema. Ad esempio, se il sangue esce da entrambe le narici contemporaneamente è difficile che si tratti della rottura di più capillari distinti avvenuta nello stesso momento, perciò sarà opportuno approfondire l’accaduto.

I bambini che perdono spesso sangue dal naso soffrono di una particolare fragilità dei vasi sanguigni della zona del nasale. L’epistassi nei bambini può essere scatenata da molti fattori quali un piccolo urto alla zona vicino al naso, un’eccessiva secchezza delle stanze in cui si soggiorna, uno sforzo improvviso o per aver soffiato spesso il naso a causa di un raffreddore, ad esempio.

Cos’è l’ epistassi nei bambini. Cause e cure
Epistassi nei bambini: è importate tenere i bambini con il capo chinato in avanti

Cura dell’epistassi nei bambini e come prevenirla

La secchezza della mucosa nasale è uno dei motivi scatenanti dell’epistassi nei bambini perciò, soprattutto nel periodo invernale, quando è in funzione il riscaldamento, è meglio umidificare le stanze, soprattutto la cameretta durante la notte.

In estate i casi di epistassi tendono ad aumentare per il forte caldo, perciò è buona regola non far stare il bambino troppo esposto ai raggi solari e proteggerlo dal calore. Infine, può essere molto d’aiuto mantenere idratata e morbida la mucosa nasale per evitare che si secchi causando la rottura dei capillari. Potrete farlo applicando una pomata a base di vasellina nella parte interna della narice.

In caso di epistassi nei bambini è importante far stare il bambino con il capo chinato in avanti per evitare che ingoi il sangue. Invitate il piccolo a soffiare il naso con delicatezza così che possa espellere eventuali coaguli di sangue e, se doveste veder uscire dei grumi di sangue abbastanza grossi, non preoccupatevi perchè è tutto normale!

Applicate sulla fronte del bambino una borsa con del ghiaccio ed infine, quando il sangue comincerà a diminuire, schiacciate delicatamente la parte finale del naso per aiutare la cicatrizzazione dei capillari.

Evitate di far sdraiare il bambino a pancia in su perché potreste favorire il reflusso del sangue verso la gola e, se ingoiato, potrebbe scatenare attacchi di vomito con conseguenti sforzi che potrebbero peggiorare l’epistassi.

Non è consigliato inserire batuffoli di cotone o garze nelle narici perché nel momento in cui vengono estratti potrebbero scatenare nuovamente la perdita ematica. In alcuni casi, se l’epistassi si presenta molto copiosa, il pediatra consiglia una terapia che prevede l’uso di farmaci vasocostrittori o l’applicazione di gel che aiutano a calmare la fuoriuscita del sangue.

Se dopo l’uso del farmaco il sangue continua ad uscire in misura sostanziosa sarà meglio accompagnare il bambino al pronto soccorso per garantirgli un intervento adeguato.

Cos’è l’ epistassi nei bambini. Cause e cure

Epistassi nei bambini di notte

Come precisato precedentemente, la secchezza dei luoghi in cui si soggiorna è uno dei casi scatenanti dell’epistassi, ecco perché  può avvenire anche durante la notte. Se il bambino soffre di epistassi notturna una buona soluzione è utilizzare deumidificatori per ambienti ed applicare le cremine idratanti prima che di coricarsi.

Le situazioni che si verificano di notte possono spaventare, come succede per il panico notturno, ma mantenere la calma è sempre la prima regola.

Cos’è l’ epistassi nei bambini. Cause e cure

Rimedi omeopatici

La natura ci viene incontro con alcuni rimedi che possono essere utili a prevenire l’epistassi nei bambini. Vediamone alcuni.

Erbe medicinali

Gli estratti di quercia e ortica sono ottimi rimedi per i capillari fragili, basterà applicarne un po’ all’interno del naso.

Fiori di Bach

Quello più indicato per il problema del sangue dal naso è il Rescue Remedy che va versato direttamente nelle narici e lasciato agire per alcuni minuti.

Aromaterapia

Si tratta di un metodo di cura basato sull’olfatto e che utilizza i benefici dell’olio di lavanda e di limone per riuscire a prevenire l’epistassi. In questo caso sarà sufficiente versare alcune gocce su un fazzolettino e inspirare profondamente.

Sebbene veder uscire sangue dal naso nel proprio bambino possa sempre allarmare, non perdete la calma e sarà più facile eseguire le semplici mosse per fermare la perdita ematica.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!