Alimentazione: cosa fare se il bambino non mangia le verdure

Una sana alimentazione prevede l'assunzione di verdure ogni giorno. Ma che fare se il vostro bambino non vuol saperne di mangiarla? Eccovi alcuni buoni stratagemmi che potete attuare

Alimentazione: cosa fare se il bambino non mangia le verdure

Purtroppo sono tantissime le mamme che hanno problemi a far mangiare le verdure al proprio figlio. Alcuni bambini rifiutano in modo categorico ogni tipo di vegetale, altri si limitano a non mangiare quelli di un determinato colore. Ad esempio, le verdure di color verde sono particolarmente odiate e bistrattate.

Purtroppo, anche senza fare troppe analisi, sappiamo benissimo che una sana alimentazione prevede l’assunzione di frutta e verdure. I sali minerali e vitamine che i bambini possono ricavare dalle verdure sono assolutamente essenziali. Perciò, care mamme, ci tocca dare ampio spazio all’inventiva e alla fantasia in modo da mascherare il più possibile il sapore e l’aspetto delle verdure.

Se il vostro bambino ama bere i succhi di frutta, potrete preparare qualche centrifuga. Un’ottima ricetta che incontra il piacere di ogni palato prevede l’uso di carote, arancia, una goccia di limone e magari mezza mela.

Dolcificate a piacere con zucchero di canna o miele. Il colore della bevanda sarà lo stesso di quello del succo Ace che comprate al supermercato ma sarà decisamente più genuino e nutriente, un ottimo modo per iniziare la giornata.

Anche l’atteggiamento, con il quale trattiamo le tanto tartassate verdure, incide sul modo in cui i piccoli le vedono. Quando portate a tavola le verdure, fatelo come se steste servendo uno dei piatti più importanti di tutta la tradizione culinaria locale. Trattatele come delle vere protagoniste, insomma…comportatevi come se doveste fare uno spot che inneggia alla loro bontà.

Alimentazione: cosa fare se il bambino non mangia le verdure
Troppe verdure nel piatto spaventano i bambini

Inondare il piatto di vostro figlio di verdure non è consigliabile. Vedere una montagna di cavoletti che occupa tutto lo spazio e va a contatto con gli altri alimenti del piatto, contaminando il sapore dell’hamburger preferito di vostro figlio, per esempio, non piace proprio per nulla ai bambini.

Meglio cominciare con piccole dosi e, man mano che le verdure vengono consumate, metterne delle altre. Insomma, un fagiolino sul piatto non è invadente e nemmeno pericoloso…il bambino lo potrà accettare.

Alimentazione: cosa fare se il bambino non mangia le verdure
Servire le verdure in modo creativo aiuta

Se avete un po’ di tempo e vi piace giocare, potrete creare fantasiose forme proprio con l’aiuto delle verdure e degli altri alimenti. Ad esempio, potrete realizzare una faccia buffa con i capelli fatti di insalatina, la bocca sorridente con mezza bistecca, le guance rosse con due pezzetti di carota e così via…

Anche nascondere le verdure all’interno dei piatti un po’ più complessi può aiutare. Ad esempio potete preparare dei risotti o delle pastine con un mix di verdure che sia salutare ma che non mostri davvero tutto quello che nasconde al proprio interno. Una volta frullato tutto, infatti, non saranno più riconoscibili.

Infine, ricordatevi che l’esempio è una delle migliori strategie, perciò, care mamme, prendete un bel piatto di verdure e mangiatelo con gusto vicino al vostro bambino, avrà così modo di vedere che lo fate con gioia, senza tante facce schifate e, soprattutto, che dopo averlo fatto, siete ancora vive.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!