Come pulire il marmo

Eccovi utili consigli su come pulire il marmo senza rovinarlo e mantenere la sua naturale lucentezza. I detergenti più adatti e le sostanze assolutamente da evitare.

Come pulire il marmo

Sapere come pulire il marmo senza intaccarne la superficie è fondamentale per non rischiare di rovinare pavimenti, ripiani e qualsiasi complemento realizzato con questo bel materiale.

Infatti, se si usano i detergenti sbagliati il marmo si può rovinare irrimediabilmente opacizzandosi o scalfendosi. Addirittura, è sconsigliato pulire il marmo dei davanzali nelle giornate troppo assolate perché i detersivi utilizzati potrebbero seccarsi molto velocemente danneggiando la superficie.

Il marmo è un materiale particolarmente pregiato con cui si possono realizzare soglie e davanzali, pavimenti, scale e piani di tavole e cucine. In particolare i ripiani della cucina possono essere facilmente macchiati da caffè, olio e calcare perciò è essenziale sapere come agire.

Per la detersione del marmo è indispensabile evitare tutte le sostanze acide che regolarmente si usano per pulire in cucina. Infatti, se siete abituate ad usare l’aceto ed il limone, ad esempio per sgrassare il forno o detergere l’argento, ricordatevi di stare molto lontano dalle superfici in marmo.

Inoltre, fate attenzione alla superfici abrasive e, se utilizzate il bicarbonato, non strofinatelo mai direttamente sul marmo, come fate con l’acciaio, perché potreste fargli perdere la sua naturale lucentezza. Il prodotto più adatto alla pulizia del marmo è il sapone di Marsiglia sciolto nell’acqua.

Come pulire il marmo

Come pulire il marmo macchiato

Pulire il marmo macchiato non è mai un’impresa facile. Vediamo nel dettaglio alcuni tipi particolari di macchie e come poterle trattare.

Macchie di caffè e succo

Macchiare il marmo, specie quello del tavolo o della cucina è quasi inevitabile: chi non ha mai rovesciato un tazzina di caffè o schizzato dell’olio mentre cucina? La prima cosa da fare quando vi capitano questi incidenti è di assorbire lo sporco utilizzando un panno asciutto e morbido. Se dovesse rimanere l’alone, specie se si tratta di caffè o succo di frutta, usate un qualsiasi solvente, come la trielina ad esempio, e passatelo delicatamente con uno straccio asciutto tamponando dove si nota la macchia. Il solvente verrà pian piano assorbito dal marmo e col tempo la macchia scomparirà.

Macchie d’unto

Per le macchie d’unto l’aiuto più valido viene dalla benzina: dovrete lasciarla a contatto un paio d’ore con la chiazza untuosa e, dopodiché, sciacquare con cura con  abbondante acqua; eventualmente passate del sapone neutro per togliere tutti i residui di benzina e sciacquate nuovamente.

Macchie di bruciato

Se distrattamente poggiate una pentola bollente e compare una macchia di bruciato, utilizzate il sapone di Marsiglia oppure diluite due cucchiai di candeggina in un litro d’acqua e strofinate bene.
Vostro figlio facendo i compiti ha macchiato il tavolo di inchiostro? Utilizzate una soluzione di acqua e bicarbonato e sfregatela, ma senza esagerare, quindi sciacquate e tamponate bene la superficie trattata.

Macchie di calcare

Se invece vi state chiedendo come pulire il marmo dal calcare ricordate che i prodotti in commercio possono essere molto aggressivi e potrebbero rovinare la sua lucidatura, perciò, se li utilizzate, diluiteli al 50% con dell’acqua; eventualmente aiutatevi con una paglietta per l’acciaio.

Come pulire il marmo

Come pulire il marmo ingiallito

Può capitare che il marmo delle scale esterne, dei pavimenti dei portici o quello dei davanzali si ingiallisca.
Nei negozi specializzati in prodotti per la casa potrete trovare dei detergenti studiati appositamente per risolvere questo problema. Sulle confezioni troverete tutte le istruzioni su come pulire il marmo esterno che si è ingiallito, su come applicare il prodotto e trattare le superfici senza rovinarle. Il costo di questi detergenti si aggira sui 10 € per una confezione di prodotto abbastanza grande da riuscire a pulire ampie superfici.

Se invece volete adottare un sistema casalingo allora dovrete realizzare una soluzione fatta di cera vergine e acquaragia da passare con un panno ben imbevuto. Volete sapere come pulire il marmo delle scale ingiallito? Con la fecola di patate!

Ebbene sì, questa farina funge da abrasivo ma non è aggressiva ed inoltre riesce ad assorbire l’unto: l’importante è strofinarla con delicatezza sulla superficie con una spugna imbevuta d’acqua. Ecco invece come pulire il pavimento di marmo e far sparire il giallo: trattandosi di superfici ampie la cosa migliore è utilizzare il sapone di Marsiglia sciolto in acqua tiepida. Passate uno straccio imbevuto di questa soluzione e strofinate bene, dopodiché asciugate con un panno di lino.

Come pulire il marmo
Un pavimento in marmo perfettamente lucidato

 Come lucidare il marmo

La lucentezza è una delle caratteristiche fondamentali del marmo, pertanto, quando vedete un pavimento realizzato in questo bel materiale che appare opaco e senza luce, significa che è ora di intervenire per riportarlo al suo splendore. Per prima cosa sarà necessario passare un panno asciutto per catturare tutta la polvere, quindi preparate una soluzione composta da: un cucchiaio di sapone liquido ecologico e un litro di acqua. Passate il detergente utilizzando un panno morbido e asciugate subito il pavimento.

Negli anni ’70 le donne di casa facevano uso delle lucidatrici, ma prima ancora, le nostre nonne usavano un vecchio maglione di lana grossa che strofinavano sul pavimento ed il risultato era quasi migliore del lavoro fatto con la macchina lucidatrice.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!