Borotalco fatto in casa: come farlo e come utilizzarlo

Le ricette per preparare il borotalco in casa, senza usare conservanti e prodotti chimici. Utilizzi e proprietà che fanno di questo prodotto un dolce ricordo d'infanzia

Borotalco fatto in casa: come farlo e come utilizzarlo

Credo che il profumo di borotalco sia una delle fragranze più avvolgenti e dolci che conosciamo. Probabilmente la sua profumazione scatena in chi l’assapora una sorta di piacevole nostalgia che lo fa apprezzare ancora di più.

Il borotalco fu inventato nel 1878 da un farmacista che operava a Firenze, Sir Henry Roberts. Inizialmente la sostanza era composta da due minerali, dai quali deriva il suo nome, il talco e l’acido borico.

Negli anni la composizione venne modificata in quanto si rilevò che l’acido borico poteva causare irritazioni e sensibilizzazione della pelle: pertanto, in realtà, quello che continuiamo a chiamare borotalco è, in realtà, solo talco.
Il talco viene utilizzato per ammorbidire la pelle e per assorbire l’umidità rimasta sulla cute dopo il bagno.

Nei bambini che utilizzano ancora il pannolino, il talco aiuta a tenere il sederino più asciutto, preservandolo da fastidiose irritazioni. Inoltre, il borotalco aiuta a diminuire sensibilmente eventuali irritazioni presenti, riducendone il bruciore.

Oggi la composizione del borotalco è decisamente cambiata e addizionata con diversi elementi come il carbonato di magnesio, l’ossido di zinco, conservanti, antitraspiranti e profumi. Molte persone, a causa dei suoi componenti e della sua consistenza molto fine, considerano il borotalco pericoloso, in particolare per l’inalazione che può avvenire durante l’applicazione del prodotto.

Se anche voi avete qualche timore a utilizzare il talco con regolarità, potrete cimentarvi nella preparazione di una polvere aspersoria che ha la sua stessa funzione, ma realizzata con prodotti naturali, perciò priva di conservanti e profumi sintetici.

La ricetta della polvere aspersoria all’amido di mais è la seguente:

  • 250 gr di amido di mais
  • 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci
  • 4 gocce di olio essenziale di rosa
  • 2 gocce di olio essenziale di vaniglia

Ponete l’amido in un barattolo di vetro, unite gli oli essenziali a quello di mandorle quindi versate, a gocce sparse sull’amido di mais, la mistura. Chiudete il barattolo e mescolate energeticamente.

Se dovessero rimanere dei grumi aiutatevi con una forchetta per sbriciolarli. Potete anche avvalervi di un mixer per avere un risultato veloce e perfetto. Vi accorgerete fin da subito che la combinazione degli aromi di vaniglia e rosa ricordano il dolce profumo del talco.

Borotalco fatto in casa: come farlo e come utilizzarlo
Borotalco fatto in casa

In alternativa potete provare con la seguente ricetta che prevede l’uso anche del bicarbonato:

  • 2 cucchiai di amido di mais o di riso
  • 1 cucchiaio di bicarbonato
  • 15 gocce di olio essenziale a scelta

Lavorando insieme gli ingredienti come nella ricetta precedente otterrete un’ottima polvere aspersoria che potrete utilizzare anche per realizzare un profumo per la casa. Vi basterà sciogliere un cucchiaio scarso di polvere in 350 ml di acqua a temperatura ambiente. La miscela ottenuta va messa in uno spruzzino e nebulizzata all’occorrenza.

L’importante, in entrambe le ricette, è che utilizziate oli essenziali puri.
La polvere aspersoria preparata in casa è priva di conservanti perciò va mantenuta in un luogo asciutto all’interno di un barattolo chiuso e ha una durata massima di 3 mesi.

I prodotti naturali sono più salutari e possono essere utili in tante occasioni. Per chi ha un pavimento in parquet, ad esempio, sarà utile preparare una cera fai da te in casa con prodotti totalmente naturali. il risultato sarà ottimo.

I nostri video tutorial
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!