Olio di Neem: proprietà e usi

L' ’olio di Neem, poco conosciuto, viene estratto dal frutto e dai semi della pianta tropicale Azadirachta, meglio nota come Lilla Indiano o albero di Neem

Olio di Neem: proprietà e usi

L’albero di Neem è una pianta sempreverde a crescita piuttosto veloce, cresce fino a 25 m, ha una chioma arrotondata, la corteccia di colore marrone scuro e foglie composte. Sulle ascelle fogliari, si formano diverse infiorescenze a forma di pannocchia, i cui petali sono di colore bianco ed emanano un profumo dolciastro.

Solo dopo il quinto anno la pianta comincia a produrre frutti gialli. L’olio di Neem si ricava dalla spemitura a freddo dei semi e del frutto. Si tratta di una sostanza che ha tantissime proprietù benefiche per il nostro organismo e che di conseguenza può essere usato in mille modi diversi per prenderci cura del nostro corpo in modo del tutto naturale.

Proprietà

Ricco di sostanze antiossidanti, vitamine del gruppo B, acido ascorbico e alcuni minerali come potassio, calcio, ferro, fosforo e zolfo. Trattandosi poi di un olio, esso è molto ricco anche di acidi grassi essenziali, di cui i principali sono l’acido oleico, l’acido stearico, l’acido linoleico, linolenico, palmitico, miristico, earachico.

Come usare l’olio di neem

In caso di scottature solari, o pelli particolarmente arrossate dopo una lunga esposizione ai raggi ultravioletti, l’olio di Neem si rivela davvero un ottimo e valido aiuto. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, qualche goccia di questo olio massaggiato direttamente sulla zona dolente o arrossata riduce sia il dolore che l’arrossamento.

Molto efficace per controllare l’acne giovanile e in particolar modo i brufoli e punti neri. Mischiate 10 gocce di questo olio con un cucchiaino di olio di oliva e applicatelo sul viso per una buona oretta, o a secondo del livello di tolleranza del singolo soggetto dopo aver fatto il bagno o la doccia (in questo modo i pori della pelle saranno più dilatati).

L’ uso regolare dell’Olio di Neem leviga le piccole rughe e linee sottili, combattendo i segni dell’invecchiamento. Basta con un batuffolo di cotone appicare qualche goccia la sera prima di coricarsi.

Alcune gocce aggiunte al vostro sapone liquido ne aumentano le proprietà antibatteriche. Aggiunto in piccole quantità al vostro abituale bagnoschiuma potenzia le proprietà idratanti ed antiossidanti, rendendo la pelle più morbida ed elastica.

In presenza di cicatrici e smagliature, applicare costantemente qualche goccia sulle zone interessate. Qualche goccia applicata all’interno di lavande oppure miscelata a saponi intimi, dona sollievo a pruriti intimi e secchezza.

I nostri video tutorial

Cosa ne pensa l'autore

Paola Assandri - Consigliato da una cara amica, ormai ne faccio un uso quotidiano. Considerate però che ha un odore non gradevolissimo. Per questo c'è chi si scoraggia ad utilizzarlo, già dalla prima applicazione. Ma come avrete capito l'olio di neem è uno di quei rimedi naturali che non devono mai mancare in casa, per cui se proprio non gradite il suo odore provate a mescolarlo con altri oli essenziali.

Commenti
Antonella De Martino

28 giugno 2017 - 15:25:33

Io dall'anno scorso uso l'olio di neem miscelato con una crema neultra come repellente contro le zanzare e devo dire che dopo anni di ricerche ho trovato un qualcosa di naturalè e che funziora davvero soprattutto lo uso sulla pelle dei bambini

0
Rispondi
Paola Assandri

28 giugno 2017 - 17:31:37

Io la uso tantissimo. Pensa che addirittura avevo una rosa che stava morendo e non capivo cosa potesse avere. Beh da quando le ho spruzzato l'olio di neem è rinata. Ha fatto 3 rose proprio ieri

0