Ecco perché bisogna sempre pulire i pennelli da make up

Sapevate che pennelli e spugnette da make up vanno puliti? Sicuramente in molti ormai ne avranno sentito parlare, ma sapete anche perchè o quanto spesso vanno puliti? Pulirlo è davvero un dovere ed una necessità, scopriamo perché

Ecco perché bisogna sempre pulire i pennelli da make up

Ormai in molti lo sappiamo, spugne e pennelli da make up vanno anch’essi lavati e curati, ma quanti conoscono la frequenza adatta con la quale pulirli, come farlo al meglio e soprattutto perchè farlo? Infatti ci sono molteplici ragioni per cui bisogna curare i nostri strumenti di bellezza, dalla loro durata a vari motivi di salute.

Quando bisogna lavarli?

Alcuni pennelli possono essere lavati in media ogni 10 giorni, per altri invece la frequenza aumenta fino ad ogni giorno dopo il loro utilizzo; ciò dipende dalla zona del viso in cui applichiamo il pennello: andranno lavati con maggiore frequenza i pennelli da fondontita e da ombretto (per ripulirli dal colore precedente).

Perché bisogna pulirli?

Esistono svariati motivi per cui bisogna lavare i pennelli, ecco i tre principali.

I pennelli che vengono a contatto con la nostra pelle possono ungersi del nostro grasso e caricarsi dei batteri della nostra pelle, in seguito, una volta a contatto con i nostri cosmetici, possono creare delle patine di sporco rovinando così il nostro cosmetico, rendendolo inutilizzabile.

 I batteri presenti sulle nostre pelli e anche sulle altre che vengono a contatto con noi (ad esempio con un saluto) possono passare alle spugne ed ai pennelli che utilizziamo. Se quest’ultimi non vengono lavati creano un habitat ideale nel quale far proliferare batteri, in particolar modo i cosmetici ad olio o liquidi rispetto quelli in polvere. Alcuni di questi batteri possono essere davvero pericolosi per la nostra salute, tra i rischi più gravi a cui si può incorrere vi sono malattie ed infezioni quali: la congiuntivite per gli occhi, dermatite e brufoli per la pelle ma anche necrosi ed infezioni serie che possono deturpare il viso. Tra i batteri più pericolosi che si possono annidare nei nostri cosmetici vi è lo stafilococco il quale in casi estremi può portare anche a paralisi.

 Un pennello pulito svolge meglio il suo ruolo, le setole pulite rilasciano più prodotto e lo sfumano in modo migliore rispetto a delle setole unte ed appiccicose.

Come lavarli al meglio?

“Gli strumenti del mestiere” ovvero spugnette, pennelli e beauty blender vanno lavati con saponi neutri ed acqua tiepida o fredda, è meglio evitare l’acqua calda per i pennelli a setole sintetiche.

Per facilitare questi processi sono state ideate diverse invenzioni: esistono degli spry disinfettanti che utilizzati direttamente sulle setole del pennello lo disinfettano (se non si ha il tempo di lavarli). In commercio si trovano dei Brush cleaneser, ovvero dei detergenti senza risciacquo, infine sono stati inventati degli strumenti a centrifuga per pennello nei quali si immerge il pennello per l’autolavaggio.

I nostri video tutorial

Cosa ne pensa l'autore

Rosa Tea Di Sclafani - Insomma pulire i pennelli che utilizziamo per truccarci è fondamentale, ma lo è anche farlo di frequente e farlo bene. Si sente sempre di tutto ma leggendo la notizia di una donna americana la quale aveva riportato una necrosi facciale (un foro enorme di carne decomposta sulla guancia) a causa dello stafilococco, poiché non aveva utilizzato strumenti disinfettati per la depilazione, mi ha davvero sconvolta. Un piccolo e semplice passo può salvarci da pericoli che nemmeno immaginiamo, e se il compito è troppo gravoso esistono delle innovative invenzioni che possono aiutarci.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!